Photo Credit: Foto Vignoli - US Sassuolo Calcio

Il Sassuolo l’ha fatta grossa. In senso positivo. Perché ha fermato ancora una volta la Juventus campionessa d’Italia in carica, e questo 1-1 rappresenta un punto molto importante per il percorso delle neroverdi alla permanenza in Serie A. Insomma, la sconfitta di Verona arrivata nove giorni fa è solo un lontano ricordo.

Le ragazze di coach Sacchetti, il quale ha dovuto sostituire l’influenzato Piovani, hanno retto alla pressione offensiva delle bianconere sin dai primi minuti di gioco, con Girelli e socie che hanno dovuto più che altro optare per i tiri da fuori, in particolar modo quello messo da Cernoia al 41′ ma Kresche gli ha detto di no. Beh, non è che la squadra emiliana sia rimasta a guardare, anzi, ha provato a mettere alle corde la Vecchia Signora in alcuni frangenti, vedi Clelland al 10′ o Philtjens al 48′ che ha provato, come all’andata, ad entrare nel referto delle marcatrici.

Parte la ripresa e la Juventus sblocca il match con Cecilia Salvai che è stata brava a sfruttare l’errore della retroguardia sassolese. Ma il Sassuolo non demorde, anche perché la Juve cerca il raddoppio ma senza riuscirci, e quando ormai il ko sembra certo, ecco che dal nulla arriva Manuela Sciabica, entrata al minuto 67, sorprende la Juventus siglando, grazie all’assist di Orsi, al 91′ la rete del pareggio.

Parlando di Manuela, che sta prendendo confidenza coi campi della A con una certa continuità, possiamo dire che ormai sta diventando sempre di più una certezza per il gruppo sassolese. Certo, la calciatrice potrebbe avere qualche inciampo nel corso del campionato, ma con l’apporto di coach Piovani siamo sicuri che l’attaccante classe ’06 potrebbe diventare quella freccia che serve al Sassuolo dal punto di vista realizzativo, ovvero quei gol che sono fondamentali per centrare la permanenza in Serie A.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.