La Juventus conquista il suo 5° scudetto e la Roma ottiene la sua prima qualificazione alla Women’s Champions League, questo il verdetto della penultima giornata della Serie A.

La Fiorentina è aritmeticamente salva grazie ai tre punti conquistati in casa del Pomigliano; le campane invece si giocheranno tutto negli ultimi 90’ della stagione contro il Napoli, reduce dal successo per 3-1 sull’Empoli.

A Vigasio la sfida tra le retrocesse Verona e Lazio porta ben otto reti: il punteggio si sblocca dopo appena sette minuti con Visentin, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo firma non solo il vantaggio delle ospiti ma anche il suo settimo sigillo nel torneo, che la rende la miglior marcatrice stagionale della formazione di Catini. Dopo appena tre minuti Ferrandi raddoppia su punizione diretta e per la Lazio il match smbra in discesa. Le padrone di casa non riescono ad arginare le avversarie e al 36’ subiscono il tris di Fördos, che scaglia il pallone sotto l’incrocio su una punizione a due da dentro l’area di rigore veneta, causata da un pasticcio difensivo di Quazzico e Haaland. Quando la gara sembra chiusa inizia la rimonta scaligera: la rete dell’1-3 arriva al 43’, in seguito a una deviazione sfortunata di Fördos che beffa Ohrström. Il Verona ci crede ed al 47’ Myagkova vince un contrasto con Falloni e mette la sua prima firma in Serie A con un bel pallonetto; al 59’ battesimo del gol nella massima competizione anche per Rognoni. Ledri al 70’ si prende la scena con un sinistro d’autore che vale il momentaneo 4-3, pareggiato però da Fördos in pieno recupero. Termina 4-4 a Vigasio, con uno scontro che nella prossima stagione andrà in scena nel torneo cadetto.

Nel derby della Madonnina il Milan s’impone per 3 reti a 0 contro un Inter dinamico ma sfortunato. Le padrone di casa di Rita Guarino ottengono il miglior possesso palla ed effettuano molti più tiri in porta delle rosso-nere, ma nel calcio sono le reti che contano, ed ha nulla serve la precisione nei passaggi se non si realizzano gol. Thomas inizia le danze, seguita da Boureille, ma è la punizione di sinistro di Linda Tucceri Cimini, al giro dell’ora, a chiudere la sfida.

La Fiorentina di Patrizia Panico, che batte 1-0 il Pomigliano e guadagna la salvezza aritmetica. Allo stadio “Ugo Gobbato” le viola sbloccano la gara dopo quattro minuti: doppia finta di Boquete, Cetinja respinge ma Sabatino non sbaglia sulla ribattuta. La Fiorentina poco dopo se ne divora tre: prima Sabatino si fa respingere da Cox una conclusione a colpo sicuro a due passi dalla porta, poi è Boquete a non chiudere il match e al 70’ il sinistro di Catena centra in pieno il palo. Domenico Panico prova a dare una scossa alle sue con qualche cambio, ma al triplice fischio il risultato rimane invariato. Una partita dai significati opposti per le squadre in campo: la Viola festeggia la permanenza in A dopo la sua stagione più complicata, mentre il Pomigliano dovrà battere il Napoli nell’ultimo turno per agguantare la salvezza. 

Napoli che con il successo in esterna contro l’Empoli, si è guadagnato la chance di mantenere la categoria per il terzo anno di fila. Una prova di carattere quella delle azzurre contro le toscane di Ulderici: sotto al 10’ con Tamborini, hanno trovato la forza di reagire e ribaltare il punteggio alla fine del primo tempo. Al 45’ Goldoni ruba palla in centro area si gira bene e in mezzo alla mischia porta avanti le compagne. Nella ripresa le campane insistono e al 73’ calano il tris con Pinna, abile di testa a finalizzare il cross di Jaimes. Sconfitta indolore per l’Empoli già salvo, vittoria importantissima per il Napoli, che si giocherà la stagione il prossimo weekend.

Napoli Femminile e Pomigliano invece si giocheranno l’ultimo posto in Serie A nel derby dell’ultimo turno

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here