E’ stato una 5° giornata dalle mille sorprese: al fischio finale al “Gobbato” arriva per il Pomigliano una prima storica vittoria in serie A, battendo l’Inter di Rita Guarino per 2 a 0, con le reti di Banusic e Ippolito. Gara che è rimasta in perfetta parità fino all’ingresso di Dalila Ippolito, poi le padrone di casa hanno cambiato ritmo, e nei minuti finali schiacciano le nero-azzurre portando a casa tre preziosi punti.

Punti che arrivano di prepotenza anche in casa “viola” per merito di una Fiorentina che supera, con testa e cuore, una Sampdoria troppo arrendevole dopo un primo tempo di pregio. Partita dai due volti, dove si è visto un primo tempo a favore delle blu-cerchiate, che dopo il doppio vantaggio si sono sedute a guardare, mentre le ragazze di Panico che rientrano in gara: non solo accorciando ma ribaltano il risultato con un secco 4 a 2. Per la Fiorentina i due successi di fila porta non solo morale ma un balzo in classifica molto importante; male le ragazze di Cincotta che dopo una partenza buona non vede la squadra capace di fare risultato.

Continua la serie nera per la Lazio di Carolina Morace, che dopo questo match viene esonerata dalla società, dove contro un Sassuolo che non molla il passo vincente di 5 gare su 5, resta in testa alla classifica, insieme alla Juventus.

Nero-verdi che dominano l’incontro, con oltre trenta tiri in porta della Lazio, e zero tiri in quella di Lemey. Il risultato poteva essere anche più pesante ma la sostanza non cambia: ad un quarto di campionato le aquile azzurre hanno subito venti reti e restano a zero punti in una classifica che le vede già destinate alla retrocessione.

Le campionesse d’ Italia della Juventus si prendono la rivincita sulle “eterne rivali” della Roma e passano, sul finale, sulle capitoline. Le bianco-nere con il Sassuolo detengono la vetta della classifica, a punteggio pieno, e sembrano avere preso un passo giusto per il proseguo del campionato in attesa degli impegni della Champions League femminile.

Il Milan di Ganz, in dieci per l’espulsione di Laia Codina dal 42’, passa di misura sul campo del Napoli e si porta a casa tre preziosi punti che lo portano a ridosso delle prime della classe, in seconda posizione in solitaria, ma con Roma ed Inter con una gara da recuperare. Partenopee che si uniscono al Pomigliano e all’ Empoli, a quota 4 punti, e si giocano il campionato nelle 6 squadre di media-bassa classifica.

Empoli di Ulderici mostra prepotenza e carattere contro l’ Hellas Verona, andato sorprendentemente in vantaggio con il primo gol di campionato a cura di Codeno al 2’ e che ha tenuto bene fino al 50’ del secondo tempo con il pareggio di Dompig, e che chiude la gara con la doppietta di Asia Bragonzi. Partita giocata al massimo tra due formazioni che cercano preziosi punti per la permanenza in serie A ma che vede le scaligere già molto compromesse, con quattordici reti subite, ed un solo punto.

La classifica a questo punto vede una netta spaccatura tra le grandi: Juve, Sassuolo a pieno ritmo di gioco, un Milan che segue bene come la Roma ed un Inter in affanno dopo lo sgambetto di oggi cerca di combattere prima il focolaio Covid e poi il campo di gioco.

Il miracoloso recupero della Fiorentina di Panico la porta in sesta posizione in attesa che  le mediocri Empoli e Napoli entrino con la testa sul campionato.

La Sampdoria cerca ancora certezze, con una gara ancora da completarsi, mentre il Verona e la Lazio restano sempre troppo guardare una la classifica inizia a delinearsi ed a essere sempre più lontana.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here