È stato ricca di goal, considerazioni e risposte questo settimo turno di Serie A; andiamo a vedere la Top 11 di questa settimana. Una sola riconfermata rispetto alla scorsa formazione con molte sorprese ed alcune certezze.

Portiere
Gloria Ciccioli
: Il portiere visto nelle prime giornate è andato a prendere un caffè al bar, fortunatamente. Già da qualche match sta dimostrando una crescita impressionante e le sue compagne le stanno dando fiducia. Contro l’Hellas ha salvato alcuni break pericolosi che hanno evitato la sconfitta al San Marino. Finalmente Gloria Ciccioli è arrivata.

Difensori
Ana Jelenic
: Con il suo innesto, la difesa dell’Hellas Verona ha fatto un salto di qualità importante. Eccellenti entrambe le fasi; copre bene dietro ed attacca con intensità in avanti. Talmente intenso che rischia anche la rete dell’1-0 con una parabola pericolosa. Corre tanto restando sempre lucida e brillante, fornisce palloni interessanti alle compagne e ferma le ripartenze già a centrocampo: imprescindibile per mister Pachera.

Linda Sembrant: Ancora una volta fondamentale per la sua Juventus, e questa volta non solo in difesa. Con una spizzata di testa, buca per prima la difesa neroverde e porta in vantaggio le sue. Più che a livello di risultato, Sembrant sprona le sue a livello attitudinale. Ovviamente non limita i suoi compiti alle azioni offensive, ma dà solidità a tutta la retroguardia. Chiusure precise e sempre ordinate, una vera spina nel fianco per le attaccanti avversarie.

Tecla Pettenuzzo: Se la Roma non ha preso troppi goal nelle ultime uscite, è principalmente grazie a lei. Diagonale difensiva sempre al momento giusto e pressing asfissiante: una giocatrice indispensabile per Bavagnoli. Con Giugliano individuata dalla avversarie come playmaker, si ritrova spesso ad impostare anche con ottimi risultati. Annulla bene le attaccanti della Fiorentina e si rivela la solita sicurezza.

Centrocampo
Bianca Bardin
: Arrivata in estate, è diventata fin da subito fondamentale per lo scacchiere tattico del Florentia. A centrocampo mette ordine ed equilibrio distribuendo passaggi sempre meticolosi e giostrando le azioni d’attacco. Nel derby toscano, mette dentro due assist da veterana. Specialmente sulla seconda rete, fa un movimento che neanche nelle più fervide fantasie è realizzabile.

Flaminia Simonetti: Ci ha messo un po’, ma si è presa il centrocampo dell’Inter. A suon di verticalizzazioni e cambi di gioco sta guidando le nerazzurre verso lidi prestigiosi. Nel match contro la Pink Bari, sono stati tre gli assist messi a referto: palloni sempre precisi per le sue che la mettono dentro. Se le altre dimostrano concretezza, lei dimostra una visione di gioco fuori dal normale.

Tatiana Bonetti: è ritornata o non se n’è mai andata? Ciò non è dato sapere, ma scende in campo da titolare e la Fiorentina cambia radicalmente. Oltre alla punizione idilliaca infilata per il pareggio, gioca una partita di grande sacrificio e tecnica. Imposta bene in avanti e si fa sentire in campo. Ora mister Cincotta potrà fare affidamento sulla sua fantasista.

Arianna Caruso: Non una novità in questa top 11. Al quarto goal stagionale, sta disputando una delle sue stagioni più prolifiche. Quando viene inserita dal primo minuto, dà un apporto enorme alla squadra. Accoppia una grande cattiveria agonistica a tanta educazione del piede. Una centrocampista perfetta per le caratteristiche che ha.

Attaccanti
Annamaria Serturini
: Quando vede viola dà sempre il meglio di sé. Un assist ed un goal a regola d’arte per Annamaria Serturini nella sfida casalinga. Dopo un inizio sottotono, sta dando quello che ci si aspettava: grinta, corsa ed estro a non finire. La fase offensiva romanista è la sua e l’intesa con Lazaro sta aumentando partita dopo partita. Le speranze nei suoi confronti stanno ripagando.

Valentina Giacinti: Partita risolta e seconda doppietta in stagione; a chi diceva che con Dowie non avrebbe più segnato, Valentina ha dato una bella stangata. Gioca bene o gioca male, la porta la vede sempre e un potenziale realizzativo come il suo non può fallire. Il Milan non può fare a meno del suo capitano che lo sta trascinando ad un secondo posto più che meritato.

Gloria Marinelli: La fascia da capitano ha avuto dei poteri magici? E chi lo sa, fatto sta che le marcature le segnava prima e le segna anche adesso. Una gara impeccabile quella contro la Pink Bari, squadra completamente assoggettata  dall’attaccante. Due reti meravigliose che consegnano la vittoria all’Inter e permette di allontanarsi dai bassifondi. Piano piano, Gloria Marinelli sta facendo suo questo Biscione.

Allenatore
Carobbi-Domenichetti-Tona
: Non ci sentivamo di mettere solo mister Carobbi. La triade della Florentia sta dando prova delle loro enormi potenzialità. Riescono a far comprendere alle giocatrici che l’Empoli stava abbassando la guardia e che potevano riuscire a portare a casa i tre punti. Hanno spronato le ragazze affinché tutto ciò avvenisse, e ci sono riusciti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here