Photo Credit: Pagina Facebook Acf Brescia Calcio Femminile

Secondo ko di fila per il Brescia che, anche stavolta, ha dovuto subire una nuova rimonta. Infatti le biancoblù, nella settima giornata di Serie B, hanno dato i tre punti al Ravenna, con le giallorosse che hanno superato nel finale le Leonesse.

L’allenatore biancazzurro Ashraf Seleman ha commentato, davanti ai microfoni del club bresciano, le sue sensazioni dopo la partita: “Eravamo partiti abbastanza bene, con grande attenzione per evitare quanto successo con San Marino e Cesena, e le ragazze sono state brave trovando anche il vantaggio. Poi ad inizio ripresa un episodio sfortunato ha regalato la punizione del pareggio al Ravenna e lì abbiamo fatto fatica. In questo momento siamo deboli mentalmente, non siamo riusciti a reagire e il Ravenna ha avuto le occasioni per raddoppiare. Poi con calma abbiamo rimesso la partita su dei binari tattici a noi più consoni e ci siamo anche creati le situazioni per andare a far male e all’ultimo arriva quel gol che non dovevamo prendere. Non è un discorso fisico, ma di testa. È un momento così. E’ stato lampante nei 15-20 minuti dopo l’1-1 nei quali abbiamo smesso di giocare. Se fosse un problema fisico nel finale non avremmo avuto le situazioni pericolose che invece abbiamo costruito. Giochiamo con apprensione e lo stiamo pagando. Dobbiamo ritrovare sicurezza. Questa pausa può aiutarci a capire meglio un po’ di cose, ricompattarci un po’, magari una settimana di sosta in questo momento può esserci d’aiuto per riflettere e ragionare su quello che è nostro. Questo lo dico sempre: siamo una squadra che se fa bene il suo può dare fastidio a tutte quante le altre; ma se le cose che dobbiamo fare non riescono, allora andiamo in difficoltà“.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here