Photo Credit: Pagina Facebook Acf Brescia Calcio Femminile

Stiamo per salutare il 2022 e anche per il Brescia Calcio Femminile è tempo di bilanci, e possiamo dire che il suo anno è stato all’insegna di luci e ombre.

Infatti, le biancazzurre hanno concluso al secondo posto in Serie B della scorsa stagione ad un punto dal Como. C’è però da dire che il Brescia aveva avuto la grande possibilità di approdare in Serie A, dato che aveva tenuto alla larga le rivali comasche, tra l’altro sconfitte sia all’andata che al ritorno, per buona parte del campionato, ma il sogno di salire in massima serie è sfuggito sulla linea del traguardo.

La società però ha voluto cancellare la delusione della mancata promozione, cercando di cambiare allenatore, concludendo la collaborazione con coach Garavaglia, che potesse avere anche le qualità di Manager del club bresciano, e il profilo ha portato il nome di Massimo Morales un tecnico che, dopo anni nel maschile, ha deciso di entrare nel femminile, e lo ha fatto proprio sedendosi sulla panchina delle Leonesse. Peccato che per lui non c’è stato nemmeno l’esordio in campionato, poiché il suo rapporto col club bresciano si è concluso a settembre, e per questo il Brescia ha deciso di puntare su Ashraf Seleman. Il percorso col nuovo tecnico ha portato alle biancoblù, nel corso della stagione, un attuale settimo posto con diciotto punti, un piazzamento che è stato, tuttavia, da quattro sconfitte di fila che allo stesso tempo sono state mitigate con nove punti nelle ultime tre gare dell’anno.

Che ci possiamo aspettare dal Brescia nel prossimo anno? Di certo potrà fare un campionato di medio-alta classifica, e perché no, di provare a tornare nella lotta per la Serie A anche in questa stagione. Le qualità delle calciatrici ci sono, vedi Luana Merli che nello scorso campionato ha vinto la classifica marcatrici della B, bisognerà vedere cosa faranno nei prossimi mesi la squadra e la dirigenza del Brescia.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.