La terza giornata di Serie B va in archivio e la classifica è cambiata notevolmente.

Brescia e Chievo Verona, grazie ai successi sul Como e sulla Torres, si prendono il comando della cadetteria, ma sono vittorie che hanno un grande peso.
La Leonessa ha dimostrato con le unghie e con i denti di potersela giocare anche con formazioni molto blasonate, come per l’appunto le lariane, invece le clivensi non hanno sottovalutato il valore delle sassaresi, ma soprattutto hanno tenuto la porta difesa da Olivieri inviolata.

Il San Marino Academy è tornato a rialzarsi dopo la scoppola subita contro il Ravenna, mettendo ko una Roma Calcio Femminile che ha fatto quello che poteva per fermare le titane di Alessandro Recenti, ma alla fine ha dovuto soccombere al valore della rosa che ha in mano la dirigenza sanmarinese, ovvero quello che vuole tornare in A.

Parlando del Ravenna arriva una caduta inaspettata, perché alla fine a vincere è il Cittadella che è stato bravo a sfruttare la superiorità numerica e la mancanza d’identità che hanno avuto le ravennati per tutti i novanta minuti di gioco. Le padovane, con questa prima vittoria, hanno dimostrato di essere una potenziale outsider.

Il Cortefranca perde in casa della Pink Bari, cadendo così per la prima volta in questa stagione, ma le franciacortine escono dal campo a testa alta, tenendo botta a una squadra di grandi individualità. Non a caso a decidere la gara sono state Federica Di Criscio e Martina Gelmetti, due giocatrici che non hanno assolutamente bisogno di presentazione.

Ancora a zero le neopromosse Palermo e Pro Sesto. Le rosanero hanno dovuto soccombere al Tavagnacco forza cinque, come le reti che hanno segnato le friulane alle palermitane, segno che serve fare un’accelerazione sia sul piano fisico che sul piano mentale. Le sestesi, invece, hanno subito due gol dal Cesena che conferma di avere un gruppo di grande livello, ma sono queste le partite che serve alle ragazze di Andrea Ruggeri per centrare il traguardo della salvezza.

In questa giornata non possiamo scordarci il brutto infortunio che ha subito la centrocampista del Como Chiara Cecotti, alla quale vogliamo rivolgerle un grandissimo abbraccio, con la speranza di rivederla in campo il più presto possibile.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.