Il Como Women torna a lottare per la Serie A. Le lariane sono riuscite a sconfiggere, nel recupero della ventiduesima giornata di Serie B, il Tavagnacco per 2-1.

Comasche in vantaggio al minuto 42’: Picchi serve in area Rigaglia, la quale si vede respingere due volte i tentativi da pochi metri da Beretta, ma sulla seconda ribattuta Lucia Pastrenge infila la rete dell’1-0. La gara si sposta al 65′, quando Carp, su palla di Cecotti prova una mezza girata, Beretta la devia sulla traversa, solo che sulla respinta irrompe Alison Rigaglia che con un potente tiro, fissa il raddoppio comasco. Al 90′ Caterina Ferin, su punizione da metà campo, di testa accorcia le distanze, ma nei minuti di recupero accade poco, e le biancazzurre calano la sesta vittoria di fila in campionato.

La squadra di Sebastian de la Fuente consolida il secondo posto in classifica, avvicinandosi alla capolista della cadetteria Brescia a soli quattro punti di distacco. Domenica il Como sarà di scena in casa del Cittadella Women uscito vittorioso dal match proprio contro il Tavagnacco.

COMO WOMEN: Bettineschi, Cecotti, Lipman (63’ Taborda), Rizzon, Vergani, Pastrenge (74’ Mariani), Picchi, Hilaj, Beil (86’ Dubini), Rigaglia (74’ Roventi), Carravetta (63’ Carp). A disp: Small, Cavicchia, Annoni.  All: de la Fuente.
TAVAGNACCO: Beretta, Donda, Stella, Tuttino (45’ Caneo), Devoto (62’ Ferin), Moroso (79’ Castro Garcia), Milan (71’ Cetrangolo), Sciberras, Kongouli, Grosso, Alice Rossi. A disp: Girardi. All: Marco Rossi.
ARBITRO: Picardi, di Viareggio.
MARCATRICI: 42’ Pastrenge (COM), 65’ Rigaglia (COM), 90’ Ferin (TAV).
AMMONITE: Milan (TAV), Alice Rossi (TAV), Marco Rossi (TAV, allenatore).

Photo Credit: Fabrizio Cusa – Como Women
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.