Obiettivo centrato alla 22^ giornata di Campionato per le rossonere di Mister Reggiani, che approfittano della sosta della diretta concorrente, il Real Meda, per mettere la freccia e involarsi nella corsia di sorpasso che permette di arrivare in solitario al terzo posto in classifica.
Risultato più che giusto per quanto espresso dall’undici casalingo, anche se la Riozzese è scesa in campo per onorare le belle sfide giocate tra le due compagini nell’arco degli anni che hanno visto le due formazioni contrapposte sul terreno di gioco.
Primo tempo trascorso con intense fasi di attesa prima di scoprire il fianco, le rossonere in agguato sin dal fischio d’inizio, le ospiti pronte a intercettare ogni tentativo di incursione nella propria metà campo.
È questo il riassunto di quanto visto nella prima frazione di gioco, anche se bisogna registrare più di un tentativo per battere a rete da parte di Elisa Vai e l’indomabile Lidia Gramolelli.
Secondo tempo, dalla panchina rossonera si alzano tutte le giocatrici, non era difficile immaginare che Mister Reggiani, spesso a fitto colloquio con l’allenatore in seconda Lorenzo Sfolcini sul finire dei primi 45’, potesse lasciare che il risultato non cambiasse da lì a breve.
È proprio in questa fase che su una palla filtrante in piena area di rigore è sempre lei, la bomber per eccellenza Lidia Gramolelli che, seppur travolta da un’avversaria, spinge la palla in fondo alla rete.
Uno a zero, si ricomincia.
Comincia un’altra partita, le Ladies sanno che un solo gol all’attivo mette la gara ancora in bilico ed è meglio spinger ancora sull’acceleratore.
Prendono possesso di ogni centimetro di campo le rossonere e su un calcio di punizione magistrale calciato da Marta Longoni arriva puntuale come un orologio svizzero la creatura del vivaio rossonero, Greta Di Luzio, che fa della predominanza fisica l’arma migliore per spazzare via le difese avversarie.
La Riozzese prova a reagire, e sull’unica sbavatura del centrocampo rossonero fionda a rete accorciando le distanze.
Sembra non essere successo nulla, palla al centro e via a macinare un altro tot di giocate per chiudere definitivamente la gara.
Azione dopo azione si intuisce che “il gol è maturo” (cit. Gramolelli) ennesima incursione in area rosanero palla calciata da Gabriella Fontana che taglia l’area ed è ancora il sinistro di Greta Di Luzio che chiude i giochi.
Sono cinque i minuti di recupero decretati dal Direttore di gara, ma ormai si intravede ben chiaro lo score ad oggi: 18 risultati utili , 44 punti in classifica e terzo posto.

 Credit Photo: Pagina Facebook Milan Ladies

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here