Nuova sconfitta per l’Isera che ha perso, nella partita valida per la settima giornata di campionato, contro il Portogruaro per 1-0.

Il gol della prima storica vittoria veneta in Serie C l’ha realizzato Albuena Gashi.

Queste la parole rilasciate dall’allenatore delle biancorosse Senad Slomic sui canali ufficiali della società trentina: “Partita sulla carta alla nostra portata vista la classifica contro la diretta avversaria per la salvezza. Iniziamo con il freno a mano che ci vede anche commettere alcuni errori d’impostazione e permette alle nostre avversarie di poter agire con una certa disinvoltura. Primo tempo senza tante occasioni da entrambi le parti. Alle nostre avversarie vengono annullate due reti (giustamente), perciò non parlerei neanche delle due occasioni. Il secondo tempo con qualche aggiustamento a centro campo, si vede finalmente un’altra Isera. Aggressiva e convita, ma sono però le nostre avversarie a passare in vantaggio con un bel gol di testa sullo sviluppo di un calcio d’angolo. La reazione della squadra è stata da applausi. Prima Pasqualini, poi Gazzini hanno la palla sui piedi per il pareggio che per pochi centimetri esce fuori. Verso la metà del secondo tempo Gazzini viene atterrata in area e l’arbitro senza nessun dubbio concede il rigore. Quando Gattuso dice che di Padre Pio c’è ne uno solo sono obbligato a credergli. Il tiro del rigore finisce sul palo, da qui sui piedi del nostro attaccante che manda la palla sopra la traversa ed è il segnale che questa partita sarebbe finita come quella della domenica prima o quella inziale a Vittorio Veneto. Non è mia abitudine piangermi addosso ma inizio a credere che un giro a Lourdes lo dovrei fare… Va bè…e testa alla prossima partita“.

In classifica l’Isera viene agganciato dal Portogruaro al quart’ultimo posto del Girone B di Serie C con quattro punti, e nel prossimo turno andrà in casa del Padova in una partita sulla carta difficile.

Photo Credit: Facebook US Isera Calcio Femminile

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.