La Nazionale di Milena Bertolini pareggia 1 a 1 l’amichevole contro l’ Islanda. Dopo la striscia di vittorie e, dopo aver centrato la qualificazione a Euro 2022, le nostre ragazze azzurre si mettono in mostra in un doppio test contro l’Islanda. Sabato scorso era bastato un gol, dopo la metà della ripresa, di Arianna Caruso: brava a sfruttare l’unica indecisione della retroguardia avversaria e a dribblare il portiere prima di depositare il pallone in rete. Quest’ oggi, sullo stesso campo, allo stadio Enzo Bearzot di Coverciano le due Nazionali si sono sfidate nuovamente dando spazio alle calciatrici che non sono scese in campo nella prima amichevole.

Gara viva fin dal suo inizio: al primo minuto di gioco, Bergamaschi affonda a destra e mette in mezzo un pallone sul secondo palo. Bravissima Giacinti a coordinarsi e a impattare di volo di sinistro ad insaccare a rete. Ma le avversarie, fisicamente ben predisposte, creano gioco e sopra tutto chiudono meglio gli spazi nelle retrovie. Al quarto d’ora gran lavoro di Girelli che, spalle alla porta, riesce a lanciare ancora per Giancinti , che di collo destro questa volta, cerca di scavalcare Sigurdardottir  ma la sfera termina di poco fuori misura.
La presenza del capitano, Sara Gama, nelle retrovie non è solo una certezza dello zoccolo duro di Milena ma una armonia per tutta la squadra. Alla mezz’ora Porvalsdottir, lasciata colpevolmente sola in area, esplode il suo mancino: tiro forte ma centrale, è brava Giuliani tra i pali a sventare l’attacco ospite. Poco più tardi, un paio di contrasti persi in area dalle azzurre, creano un buco in centro area: ne esce un destro violento della giovane Karollina L. Vilhjalmsdottir che supera la nostra Laura Giuliani, per il pareggio Islandese. Primo tempo che termina con il risultato di perfetta parità, 1 a 1 senza tante sbavature, ma con tante occasioni per l’ Italia, ed un solo tiro un porta delle avversarie.

Ripresa che vede l’ingresso di Linari per Gama e Glionna per Cernoia, senza cambio modulo (4-3-3), ma con una spinta in avanti a cercare di scavalcare il muro Islandese. Alla mezz’ora è  Serturini, imbeccata da Glionna sulla sinistra, a cercare il suggerimento in mezzo invece del tiro diretto a rete: occasione sfumata. Martina Rosucci lascia il terreno di gioco, affaticata, per Arianna Caruso e le nostre ragazze portano avanti palla in modo lineare e dinamico, forse peccano un po troppo nel provare le conclusioni a rete, e soffrono le ripartenze delle avversarie. Nel finale esordio Angelica Soffia, già presente nel pre-test, introdotta in avanti al posto di Elisa Bartoli nel ruolo di centrale.

Test positivo, certo di lavoro se ne deve fare molto in vista di Euro 2022, ma la C.T. saprà gestire al meglio l’intera rosa: sempre più ricca di neo giovani promesse. Forse, Milena Bertolini, si aspettava quest’ oggi una vittoria schiacciante, ma  l’atteggiamento in campo è stato quello giusto, la nazionale dell’Islanda ha dato prova di una ottima formazione, aggressiva e sopra tutto compatta.

Credit Photo: Paolo Comba

Paolo Comba
Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.