Le giocatrici Inglesi Leah Williamson e Lotte Wubben-Moy hanno incontrato lunedì il primo ministro britannico Liz Truss per discutere della parità di accesso al calcio per le ragazze nelle scuole.

L’incontro che arriva dopo che la squadra Inglese è risultata vincitrice dei Campionati Eurepei 2022 , le giocatrici hanno firmato una lettera aperta, agli allora candidati alla leadership del partito conservatore Truss e Rishi Sunak, dove chiedevano che “ogni ragazza” potesse liberamente giocare a calcio nella propria scuola.

Questo non è un gesto dei giocatori, è una passione“, ha detto la baronessa Sue Campbell.

Il direttore del calcio femminile della FA, presente anche all’incontro  con Truss e il segretario alla cultura Michelle Donelan, ha aggiunto: “Sono molto impegnati e, proprio come la determinazione che vedi sul campo, sono altrettanto determinati a farlo accadere”.

La squadra di Sarina Wiegman che ha vinto il primo trofeo importante dell’Inghilterra, dai Mondiali maschili del 1966, agli Europei femminili di quest’estate : dopo aver battuto la Germania 2-1 in finale.

Guidata da Wubben-Moy, la lettera chiedeva a Truss, che da allora è diventato primo ministro, e a Sunakdi considerare prioritario investire nel calcio femminile nelle scuole, in modo che ogni ragazza abbia la scelta”.

La squadra ha evidenziato nella lettera che solo il 63% delle ragazze può giocare a calcio nelle lezioni di educazione fisica, secondo una campagna della Federcalcio (FA) pubblicata lo scorso anno.

Il capitano dell’Inghilterra Williamson e Wubben-Moy incontreranno il ministro dell’Istruzione a novembre mentre continuano ad affrontare la questione.

Williamson e Wubben-Moy capiscono che ci deve essere un processo qui, ma sono stati molto chiari sul fatto che questa non è solo una cosa carina che stanno cercando di fare, è qualcosa a cui tengono con passione ed è qualcosa che vogliono vedere accadere“, ha concluso Campbell.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.