L’Atlético Madrid Femminile ha annunciato l’ingaggio della centrocampista spagnola Virginia Torrecilla. Proveniente dal Montpellier, la giocatrice ha firmato un contratto per due stagioni con il club rojiblanco, dopo aver superato con loro il controllo medico.

La calciatrice ventiquattrenne, una delle undici di Jorge Vilda all’ultimo Mondiale in Francia e che con la nazionale ha anche partecipato a un campionato europeo nel 2013 e a un’altra Coppa del Mondo nel 2015 in Canada, è il terzo inserimento dell’Atlético dopo l’attaccante messicana Charlyn Corral e l’esterna ucraina Olga Ovdiychuk.
“La sua intelligenza, i suoi sforzi, l’anticipo sull’avversario e l’abile gestione della palla, fanno di Virginia Torrecilla una delle migliori centrocampiste del momento sulla scena europea. Il nostro club può contare su uno dei pilastri di centrocampo della nazionale spagnola”, ha detto l’Atlético Madrid nella dichiarazione.

Virginia Torrecilla giocava nel Montpellier dal 2015; prima ancora militava nelle file del Collerense, de Lo Sporting Ciutat di Palma e del Barcellona: in maglia blaugrana ha vinto due Copas de la Reina e tre campionati consecutivi. Tutto questo prima di dirigersi a Montpellier, da dove ora parte per atterrare a Madrid.
“Penso che l’Atlético stia scommettendo molto sul calcio femminile ed è qualcosa di molto bello per noi, ha spiegato la centrocampista sul sito web del club, che si sente orgogliosa e felice di entrare a far parte del team.

Photo credits: Atlético de Madrid

Federica Salamino
Classe 1985: troppo presto per veder accolta la sua richiesta di giocare in una squadra di calcio femminile. Così si ritaglia del tempo durante tutti gli intervalli a scuola per tirare due calci al pallone con i suoi compagni maschi. La squadra la troverà ventitré anni dopo e con il numero 6 sulla schiena si occuperà delle retrovie in qualità di difensore centrale. Nel frattempo si laurea in Linguistica Teorica e Applicata, oggi lavora come linguista in una software house. Non dimentica però di voler raccontare a tutti che il sesso non dice quale sport praticherai: decide quindi che il modo migliore è parlarne e sceglie questo progetto come canale privilegiato.