La Femminile Molfetta non riesce nell’impresa e in un PalaPoli gremito è il Città Di Falconara a conquistare il bottino pieno. Sconfitta 3-0 ma con una prestazione che ha comunque strappato applausi.
L’avvio di gara vede le ospiti prendere il controllo del gioco, ma la difesa pugliese è attenta e ordinata, con Gabriela Oselame che salva sulle conclusioni da fuori di Erika Ferrara e Silvia Praticò. Le biancorosse provano a essere pericolose in ripartenza, Angelica Di Biase anticipa Roberta Giuliano lanciata a rete ed è decisiva a chiudere lo specchio in uscita su Nuria Gómez. Al riposo si va sullo 0-0.
La ripresa segue l’andamento del primo tempo, ma dopo tre minuti e mezzo Tainã Santos rompe gli equilibri con una prodezza in banda e col pallone dritto sotto l’incrocio dei pali. Passano meno di due minuti e Nathalia Rozo buca la difesa biancorossa per il 2-0. Qui arriva la reazione della Femminile Molfetta, Giuliano colpisce una traversa clamorosa, Di Biase è superlativa sul tiro da fuori di Giuseppina De Marco. Mister Iessi si gioca la carta del portiere di movimento, ma il portiere marchigiano sventa su Ellen Castro, Giuliano e Tais Alves e al 17’37’’ Rozo sfrutta l’assenza del portiere per il 3-0 finale.
A fine gara applausi a scena aperta per le biancorosse che hanno tenuto testa ad una corazzata come il Falconara. Nel prossimo turno Castro e compagne renderanno visita all’Irpinia.

FEMMINILE MOLFETTA-CITTÀ DI FALCONARA 0-3 (pt 0-0)

FEMMINILE MOLFETTA: Oselame, Amanda, Castro, Giuliano, Plevano, Gomez, De Marco, Sabatino, Alves, Ion, Soldano, Boukaleb. All. Iessi

CITTÀ DI FALCONARA: Dibiase, Taty, Praticò, Rozo, Ferrara, Peroni, Pirro, Zepponi, Pereira, Taina, Dal’Maz, Polloni. All. Neri

MARCATRICI: st 3’25” Taina (F), 5’18” Rozo (F), 17’37” Rozo (F)

AMMONITE: Pereira (F), De Marco (M), Amanda (M), Taina (F), Plevano (M), Giuliano (M)

ARBITRI: Francesco Saverio Mancuso (Lamezia Terme), Fabrizio Andolfo (Ercolano), crono: Antonio Dimundo (Molfetta)

Appassionata sin da piccola di calcio, grazie ad un profondo amore che mi lega all’AS Roma. Nell’arco degli anni ho cominciato ad amare anche la scrittura, e ad oggi il mio obiettivo è quello di far combaciare queste due passioni, quella per il calcio e quella per la scrittura, diventando giornalista sportiva. Ho conseguito di recente un master per addetto stampa sportivo presso la Sport Business Academy.