Photo Credit: Giulio Tiberi - Como Women

Se qualcuno pensava che il Como Women avrebbe preso un’imbarcata dalla Roma si deve ricredere. Le lariane hanno tenuto testa alla formazione allenata da Alessandro Spugna che ha dovuto mettere ko la squadra di Sebastian de la Fuente solamente con un colpo di Valentina Giacinti al minuto 70.

Certo, partiamo dal fatto che le giallorosse hanno tirato tanto in porta, nove le conclusioni avute dalla Lupa, ma davanti hanno avuto una Beatrice Beretta capace di parare ogni cosa, come le azioni di Cinotti prima, Serturini poi e infine con Lazaro, permettendo al Como di ergere un muro che sembrava veramente invalicabile, e, per l’appunto, solo un tap in vincente di Giacinti, che prima aveva colpito la traversa, ha permesso alla Roma di prendersi tre punti.

Però c’è un altro aspetto da prendere in considerazione: la voglia di non mollare. Eh sì, perché le lariane non sono state solamente a difendere, ma anche a tentare quelle opportunità sia di passare in vantaggio che cercare, ad ogni costo, il pareggio.

Questo deve essere di auspicio per le prossime partite che verranno, soprattutto a partire dalla sfida di sabato contro il Sassuolo, che sarà un incontro delicatissimo, dato che in palio ci sono punti molto importanti per la salvezza.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.