Photo Credit: Marco Montone

Il Sassuolo è fermo a zero punti dopo tre giornate di Serie A. Questo in parte può starci, perché la squadra è stata completamente rinnovata, ma dall’altra si poteva e si doveva fare di più, soprattutto nelle sfide di Sampdoria e Parma, con le ragazze di mister Piovani che erano in vantaggio e poi si sono fatte prima raggiungere e poi superare nel finale. Nella gara con il Milan le sassuolesi hanno fatto meglio più nella ripresa che nella prima frazione di gioco, ed è dal secondo tempo con le rossonere che la formazione emiliana deve ripartire. Ma davanti avranno un avversario molto difficile da affrontare.

Oggi alle 12:30, infatti, il Sassuolo scenderà in campo contro la Juventus, in una partita che, sulla carta, pende a favore delle bianconere di mister Montemurro, anche se le scorie dell’andata di Champions contro il Koge può aver lasciato qualche segno nella Vecchia Signora.
Però le neroverdi dovranno gettare il cosiddetto “cuore oltre l’ostacolo”, per provare a fare l’impresa, e per questo serviranno le giocatrici che devono e possono risolvere la gara in qualsiasi momento, in particolar modo le bomber Lana Clelland e Asia Bragonzi, due attaccanti che non hanno bisogno di spiegazioni su come si deve fare gol, ma se la scozzese una rete l’ha messa a referto, l’ex Verona e Empoli ha nella gara con le bianconere l’opportunità di far sbocciare di nuovo il suo talento.
Poi non scordiamoci altre calciatrici che possono trascinare il gruppo come Philtjens, Jane, Filangeri e Moraca.

Peccato che non sarà della partita Isotta Nocchi, fuori per infortunio al crociato e che quattro giorni fa ha avuto un’operazione portata a termine con successo: auguriamo ad Isotta una buona guarigione e un ritorno immediato in campo.

E allora vai Sassuolo, è l’ora di mostrare gli artigli, di far vedere il reale valore di una squadra che ha tutte le potenzialità per fare bene, e la gara odierna con la Juve non può che essere l’occasione migliore per farlo.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

1 commento

  1. La Juve dovrà stare attentissima oggi… Non mi stupirebbe se lasciasse dei punti o vincesse in maniera striminzita. Una sconfitta sarebbe un disastro.

Comments are closed.