Un momento indimenticabile quello vissuto giovedì sera all’Hotel Vittoria di Brescia, perché le calciatrici e la dirigenza del Brescia Calcio Femminile, Prima Squadra e Settore Giovanile, si sono incontrate, con un’apericena, per lo scambio di auguri di Natale.

La numero uno biancoblù Clara Gorno ha voluto ringraziare tutta la famiglia delle Leonesse: «Ringrazio tutte le persone presenti, e i genitori che hanno accompagnato le loro calciatrici, perché vogliamo dare, con questa serata, un segno di ripartenza – ha commentato Gorno – vorrei ringraziare anche la Prima Squadra, perché state creando un qualcosa di importante».

Gli fa eco il Direttore Generale Pietro Sbaraini: «Ho l’onore di rappresentare i desideri che la Presidentessa ha in mente per questa società – le dichiarazioni di Sbaraini – questa serata segna l’inizio di nuovo percorso, e sui risultati che vogliamo raggiungere. È bello vedere le nostre squadre vincere, mi fa piacere che ci sia anche un seguito, grazie alla presenza dei nostri tifosi. Il nostro impegno è quello di garantivi il massimo, di migliorare sempre di più, e quello che ha dimostrato la Prima Squadra possa farlo anche il Settore Giovanile. Vogliamo creare una filiera e far sì che il sogno sia qualcosa mi meraviglioso».

Un altro momento significativo è stato il discorso che ha tenuto la Prima Squadra biancoblù alla loro massima dirigente bresciana:

Parlando, per l’appunto, della Prima Squadra, il Brescia è al secondo posto del campionato di Serie B ad un solo punto dalla capolista Como, ma la Presidentessa vuole stare coi piedi per terra: «La palla è tonda, non mi piace fare previsioni, quindi non dico niente, ma sono molto sorpresa di vedere questa squadra al secondo posto – il commento di Gorno – ognuno di noi ha il proprio sogno, vedremo quale sarà invece il nostro».

Photo e Video Credit: Elia Soregaroli

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.