Manca poco all’inizio di una Serie B 2020/21 che si preannuncia come la più competitiva e più difficile di sempre.

Il campionato passa a 14 squadre, con quattro formazioni che scenderanno in C, e lo faranno senza il pass dei playout.

Il calendario parte coi due derby regionali, Cittadella-Chievo e Ravenna-Cesena, poi Vicenza-Brescia, due formazioni che lo scorso anno si sono battagliate per vincere il girone B di Serie C, e primi incroci salvezza-promozione come Perugia Riozzese e Pontedera-Lazio.

Da segnare nel cerchietto due incontri che possono promettere scintille alla seconda: Chievo-Ravenna e Riozzese Como-Roma CF.

Alla terza Tavagnacco-Brescia, due società storiche che hanno dato e fatto tanto alla Serie A femminile degli ultimi anni.

Lazio-Riozzese Como sarà il super incontro di cartello del quarto turno, mentre Pomigliano-Cittadella e Vicenza-Pontedera diranno tanto sul futuro di queste quattro squadre.

Giungiamo alla sesta dove spunta Cesena-Lazio: incontro importante per testare l’ambizione sia delle cavallucce che delle aquilotte che vogliono salire il prossimo anno in Serie A.

La settima avrà Brescia-Orobica rematch atteso dal 2015, anno in cui le Leonesse e le orobiche si affrontarono unicamente nella massima serie.

Le rossoblù vedranno le ambizioni da promozione sette giorni più tardi quando sfideranno le biancocelesti di Seleman.

Decima giornata da cuori deboli: derby lombardo tra le ragazze di Bragantini e le comasche di Wergifker, mentre Ravenna-Lazio sarà un incontro di alto livello.

L’undicesima vedrà in scena Roma CF-Lazio: qui vedremo se entrambe avranno rispettato gli obiettivi di inizio stagione. Occhio a Riozzese Como-Ravenna, Pontedera-Brescia e il derby veneto Vicenza-Chievo.

La dodicesima vedrà in scena le perugine e le toscane di Ulivieri: in palio punti importanti per la salvezza.

Ultimo big match di giornata sarà Tavagnacco-Lazio, ma attenzione a Roma CF-Cesena, Cittadella-Brescia e Pomigliano-Chievo.

Ogni giornata avrà una partita che terrà incollato ogni appassionato di calcio, con emozioni che ci daranno ogni volta che le giocatrici scenderanno in campo.

Ma il pallone è rotondo, e può davvero succedere di tutto.

Perché questa è la Serie B.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here