La settima giornata di Serie B ha lasciato delle indicazioni interessanti.

Per la prima volta in questa stagione abbiamo la clamorosa sconfitta della Pink Bari sul campo della Roma Calcio Femminile: le baresi hanno mostrato poca attenzione alla voglia della Lupa di fare il colpo alla capolista della cadetteria, e alla fine sono state giustamente punite.

Tuttavia, alla caduta della Pink, Brescia e Chievo non ne hanno approfittato. La Leonessa è stata azzannata da un Tavagnacco che ha saputo sfruttare a pieno quegli spazi che ha concesso la formazione di Elio Garavaglia alle friulane, invece le clivensi sono state battute dal San Marino grazie alla rete di Raffaella Barbieri, che regala, dopo tanto tempo, un sorriso alle titane di Alain Conte, dando alle veronesi di Giacomo Venturi il primo ko stagionale.

Chi invece ha saputo cogliere al volo l’occasione è stato il Como, che ha piegato per tre volte un Ravenna molto giovane e determinato, ma che davanti aveva una squadra molto forte e di livello alto. Le lariane si prendono il secondo posto, le ambizioni alla massima serie sono di nuovo accese.

Nella lotta per la salvezza sono arrivati due significativi risultati: il Palermo voleva dedicare un successo in memoria di Vittoria Campo, ma a prendersi i tre punti è il Cittadella che comincia a vedere, a piccoli passi, la meta della permanenza in cadetteria, mentre Pro Sesto e Cortefranca si prendono un punto a testa, anche se per le franciacortine sembra un pareggio pieno di rammarico, dato che avevano un rigore che non hanno saputo sfruttare.

Il Cesena ha avuto la meglio sulla Torres: un 4-0 che non ammette diritto di replica, dato che le cesenati si rivedono catapultate nei piani alti della classifica, le sassaresi, dall’altra parte, sono di colpo scese all’ultimo posto della Serie B. Le ragazze di Marino devono fare un cambio immediato di passo, altrimenti si corre il rischio si scendere in Serie C già molto prima.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.