La Riozzese Como, vincitrice con un buon margine delle prime due partite, è in vetta alla classifica di serie B; abbiamo colto l’occasione per fare gli auguri e due domande a Giulia Rizzon, capitano della squadra:

Ciao Giulia, quali impressioni hai avuto del gioco della squadra dopo queste prime due partite?
“Credo che si siano notate qualità, doti individuali e doti di squadra notevoli, però è anche vero che ogni partita può mostrare alcuni aspetti su cui è opportuno lavorare, l’importante è capire e lavorare insieme su di essi e sulle diverse situazioni. In teoria stiamo parlando di 6 punti, in quanto il risultato della prima partita è sub judice, purtroppo non sappiamo ancora nulla a riguardo e preferisco non esprimermi, comunque 2 Vittore sul campo sono un segnale positivo.”

Personalmente cosa ti aspetti da questa stagione?
“A dirti la verità amo pensare che la squadra conti più di tutto, quindi l’unica cosa che posso dirti è che spero di fare bene e spero di contribuire ai vari successi, non tanto per me ma per aiutare la squadra”.

Squadra nuova, giocatrici nuove e poco tempo a disposizione, secondo te quali sono stati gli elementi vincenti della preparazione che hanno favorito questi risultati?
“A volte, una squadra parzialmente nuova con tante giocatrici appena arrivate, può creare delle difficoltà, ma penso che ci abbia fatto bene essere andate in ritiro nel quale abbiamo avuto a disposizione una settimana piena per lavorare ed essere concentrate solo e unicamente su quell’aspetto. Penso che siamo un buon gruppo composto da ragazze con esperienza e anche da ragazze giovani con tanta voglia di imparare.
Presumo che abbiamo degli ottimi presupposti per far veramente bene, soprattutto perché fondamentalmente la squadra è un mix e un mix serve sempre in tutto.”

Quali sono gli obiettivi della società?
“Sicuramente la Riozzese Como ha obiettivi importanti e un progetto serio alle spalle; la società è stata costruita pochi anni fa ma credo che se ne senta già parlare in giro. Posso affermare che fin qui è stato fatto qualcosa di buono sia all’interno del calcio femminile sia come realtà a Como, ora non mi senti di dire di più ma posso affermare che è una società che punta in alto e penso anche che il nostro Presidente Verga se lo meriti molto, quindi il mio augurio per noi e in primis per lui è che sia un anno ricco di gioie”.

Credit Photo: Fabrizio Brioschi

Giulia Paleari
Mi chiamo Giulia, classe ’93. Dopo il liceo scientifico ho iniziato a mostrare interesse a tutto ciò che riguarda sport, postura e movimento decidendo quindi di intraprendere la carriera come massoterapista e scienziata motoria. Attualmente lavoro presso la palestra ICOS di Milano e collaboro con A.C.D. Sedriano e A.S.D. Redentore calcio femminile.