Dopo la promozione raggiunta in Serie B la scorsa estate la Sassari Torres cerca la permanenza nella categoria: la formazione sarda, infatti, con i 9 punti guadagnati nel primo scorcio di stagione è una lunghezza sopra la zona calda della classifica. In questa stagione nell’organico rossoblù è arrivata anche Morena Iannazzo, attaccante classe 2002 originaria di Trapani e proveniente dall’Empoli, che abbiamo raggiunto per qualche battuta sugli ultimi mesi con le isolane.

Morena sei arrivata a Sassari in estate. Cosa ti ha spinto a sposare questo progetto?
“Quando ti arriva una chiamata dalla più titolata d’Italia non puoi far altro che preparare le valigie e partire, era arrivato il momento di nuove esperienze per me e ho preso al volo l’occasione che mi è capitata”.

Quali erano le tue aspettative per questa stagione e quali quelle della Torres?
“Le mie aspettative personali erano sicuramente quelle di crescere, migliorare, mettermi a confronto con una nuova categoria, con calciatrici di esperienza come quelle che ci sono in questo campionato. Le aspettative della Torres, ovviamente, combaciano con le mie e quelle delle mie compagne. Parlando di squadra sicuramente l’obiettivo è salvarci e rimanere in questo campionato. La Torres ha lottato per arrivare fino a qui e adesso noi dobbiamo combattere per continuare quello che, in passato, altre calciatrici hanno fatto per la società e questa città”.

Nelle prime uscite partenza in salita, vi aspettavate un inizio più agevole nella nuova categoria?
“Sicuramente non ci aspettavamo niente di facile, ma forse nemmeno una partenza così difficile. Ci aveva buttato giù partire in questo modo, ma la perseveranza e la convinzione di poter essere all’altezza ci hanno portato a riprenderci e ricominciare da capo”.

Poi man mano sono arrivati buoni risultati con la zona salvezza raggiunta. Che campionato è stato nel complesso per voi? Soddisfatte?
“Soddisfatte di questo piccolo risultato, ma non siamo tranquille, può cambiare tutto in una sola partita, in meglio o in peggio. Noi lavoreremo per far sì che vada tutto come vogliamo noi”.

Per te prima rete con questa maglia. Che stagione è stata la tua fino ad adesso?
Il mio goal è arrivato in Coppa Italia contro il Ravenna: emozione indescrivibile. La mia stagione fino ad ora è stata piena di alti e bassi, come in ogni cosa, però sento di star crescendo, grazie alle mie compagne e a mister Marino, penso sia questa la cosa fondamentale, migliorarsi”.

Che giudizio ti sei fatta sul torneo di Serie B di quest’anno. Ti aspettavi questo equilibrio?
Non mi aspettavo questo equilibrio. Pensavo di vedere squadre che dimostrassero di essere di un altro livello, invece siamo tutte lì. Dipende tutto da come si approccia la partita, non conta la classifica, infatti se andiamo a guardare i risultati mai niente è scontato. È più bello giocare così, quando la classifica è corta, quando ogni domenica sai che devi dare tutto perché puoi scalare la classifica facendo 3 punti”.

Cosa ti auguri per questo 2022?
“Mi auguro di raggiungere i miei obiettivi personali, di arrivare alla salvezza con questa maglia, di divertirmi con le mie compagne”.