La Serie B, dopo un mese di sosta forzata, torna a scendere in campo con la quindicesima giornata di campionato. Ne avevamo bisogno, perché la cadetteria merita attenzione e, soprattutto, rispetto.

Il turno si apre in tarda mattinata con il derby veneto tra Chievo Verona Women e Cittadella. Le clivensi hanno fatto importanti acquisti che potrebbe dare una svolta alla loro stagione fin qui buona, ma anche le padovane cercheranno di fare il colpo, e quindi salire in classifica.

A pranzo avremo lo scontro tra Tavagnacco e Roma Calcio Femminile. Le gialloblù hanno come obiettivo proseguire la buona prima parte di stagione, ma non sarà facile, perché la Lupa ha fatto molto sul mercato, prendendo calciatrici necessarie per provare a centrare la salvezza. In poche parole potrebbe essere un incontro dall’esito non scontato.

Nel pomeriggio avremo il piatto forte. Ricomincia la sfida a distanza tra il Como, capolista del torneo, e il Brescia, suo primo avversario diretto per la vittoria del campionato. Ma entrambe hanno match molto complicati.
Le biancoblù, che hanno mantenuto la rosa prendendo solamente Maddalena Porcarelli, riceveranno una Torres rinfrancata dalla cura di mister Marino, tanto che le sassaresi sono fuori dalla zona retrocessione, e adesso hanno di nuovo Jelena Marenic.
Le lariane, invece, hanno fatto la parte del leone nel mercato invernale, e vogliono continuare a proseguire la cavalcata, sfidando un Cesena completamente rivoluzionato.
Sulla carta sono sfide favorevoli per le biancazzurre e per le comasche, ma per vincere i loro rispettivi incontri sarà fondamentale avere la mente lucida per tutti i novanta minuti.

Passiamo ad un altro scontro molto delicato. La Pink Bari vuole rimanere agganciata al treno della vetta, ma prima deve superare una Pro Sesto che ha cambiato molto soprattutto in panchina, visto che ora c’è Maria Macrì al posto di Andrea Ruggeri. Le sestesi intendono giocarsela contro una formazione che, di sicuro, è una delle più forti della cadetteria, e di sicuro scenderanno in campo con la testa libera, cosa che invece le baresi, se vogliono la Serie A, non possono permetterselo.

San MarinoRavenna è un match che potrebbe valere molto. Se da una parte le sanmarinesi hanno come punto focale avere la continuità nei risultati, invece le ravennati vorrebbero continuare a sorprendere ancora. Tutte e due sono a pari punti, quindi vedremo chi tra di loro rilancerà le ambizioni di alta classifica.

Chiudiamo con CortefrancaPalermo, un match che, anche qui, darebbe ad una di loro un senso alla loro stagione. Da una parte ci sono le cortefranchesi che, prendendosi i tre punti, metterebbero un altro tassello all’obiettivo della salvezza, dall’altra ci sono le palermitane che, nel caso espugnassero Corte Franca, potrebbero riaccendere un lumicino di speranza sul loro campionato.

Le squadre sono pronte, i tifosi pure, e anche noi siamo pronti. Speriamo che la Serie B finisca regolarmente nel migliore dei modi.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.