La diciassettesima giornata di Serie B ha emesso la Top 11 di questo turno.

MODULO: 3-4-3

PORTIERE

Lia Lonni (Brescia)
Lia può essere il valore aggiunto di questo Brescia, perché col Cittadella ha fatto alcune parate pesanti, su tutte quella fatta a tempo scaduto nei confronti di Zorzan. Vittoria e porta inviolata.

DIFENSORI

Francesca Salaorni (Chievo Verona)
La sua seconda marcatura in Serie B di Francesca è un macigno pesante per il Chievo, perché dà il via al trionfo clivense sul Palermo.

Sofia Dell’Acqua (Pro Sesto)
Buona la prestazione di Sofia nel match contro il Tavagnacco, culminata con l’assist consegnato alla sua compagna Ploner che vale la vittoria sestese sulle friulane.

Stefania Zanoletti (Chievo Verona)
Al suo secondo anno con la maglia del Chievo Stefania, una delle difensori più esperte del campionato, segna il suo primo gol con le gialloblù, la quale, su palla inattiva, trova la zampata decisiva per il definitivo 3-0 clivense sul Palermo.

CENTROCAMPISTI

Sonja Kiem (Cortefranca)
Quando il pari tra Ravenna e Cortefranca sembra ormai cosa certa, ecco che, dal nulla, Sonja decide che è ora di entrare in scena, mettendo quella palla che permette alle franciacortine di portarsi a casa i tre punti.

Tatiana Georgiou (Cesena)
A Tatiana servono 180 minuti per mettere ko la Roma Calcio Femminile, realizzando un calcio di punizione in cui nessuno si muove. Tutti fermi. Ad ammirare una prodezza da tre punti bianconeri.

Lucia Pastrenge (Como)
Chi conosce calcio sa che una partita come Como-Torres può nascondere insidie. Quindi Lucia, a cinque minuti dalla fine, con un gran tiro dalla distanza sotto la traversa mette fine alla gara. La cosa interessante è che Lucia deve compiere 20 anni il 15 marzo…

Valentina Boni (Chievo Verona)
Valentina si dimostra, per l’ennesima volta, un punto di riferimento per il Chievo, perché dà esperienza al centrocampo, e allo stesso tempo è decisiva nel match col Palermo, infilando la rosanero Pipitone con un sinistro molto preciso.

ATTACCANTI

Veronique Brayda (Brescia)
Contro il Cittadella serviva che qualcuno tirasse fuori il coniglio dal cilindro. Ci ha pensato la capitana del Brescia che, sul primo palo, mette ko Toniolo e dà alle sue compagne tre punti pesantissimi per il campionato.

Szandra Ploner (Pro Sesto)
La centrocampista ungherese classe 2002 è arrivata alla Pro Sesto per dare alla squadra il raggiungimento della salvezza. Che dire, un tassello Szandra lo ha dato, segnando il gol del successo sestese sul Tavagnacco. Prima rete in B per lei, ma dal valore pesante.

Greta Di Luzio (Como)
Como-Torres è stata una partita molto complicata, soprattutto per le lariane che hanno sudato sette camicie per avere meglio sulle sassaresi. E se non fosse stato per il settimo centro in campionato realizzato da Greta non saremmo qui a parlare dei tre punti messi a referto dal Como.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.