Trovare un aggettivo che possa descrivere la stagione delle rossoblù sta diventando sempre più difficile, specie dopo l’ennesimo risultato positivo in campionato. Nella sfida di domenica 1 maggio contro il Real Meda, infatti, le grifoncine di mister Oneto hanno dato ulteriormente prova della propria capacità di non mollare fino all’ultimo secondo di gioco. Match subito in salita per le genoane, punite dopo i primi sedici minuti di gioco dal gran tiro al volo ad incrociare di Laura Roma.

Il Genoa è ferito ma prova a rialzare la testa, aumentando gradualmente la pressione offensiva nella metà campo avversaria. Le occasioni più clamorose capitano alle rossoblù allo scadere del primo tempo, nel giro di appena un minuto. Al 39′, infatti, Giada Traverso serve intelligentemente in profondità Silvia Nietante che, approfittando di una pericolosa disattenzione difensiva del Real Meda, si ritrova a tu per tu con l’estremo difensore lombardo. Quest’ultimo, però, riesce in qualche modo a deviare il tiro ravvicinato, negando alle liguri la gioia del pareggio.

Sugli sviluppi del calcio d’angolo, le ragazze di mister Oneto hanno un’altra importante occasione per l’1-1 con il piattone a botta sicura di Giada Abate. La difesa brianzola riesce tuttavia a schermare la conclusione, salvando nuovamente il risultato. Le padroni di casa, però, non ci stanno e alla fine gli sforzi portano al meritato pareggio. Pochi secondi prima del fischio dell’arbitro, il destro chirurgico di Giorgia Bettalli batte difatti Ripamonti al termine di un’azione particolarmente concitata nell’area del Real Meda.

Nonostante il goal subito allo scadere della prima frazione di gioco, l’estremo difensore lombardo continua a dimostrarsi una delle migliori della sua squadra. Al 14′ della ripresa, infatti, un suo grande intervento evita lo sfortunato autogol di Sofia Panetta in seguito all’insidioso cross rasoterra di una straripante Giulia Parodi. Appena otto minuti più tardi, invece, la Ripamonti salva il risultato con un vero e proprio miracolo sul capolavoro balistico di Giulia Tortarolo dalla distanza.

L’intensità della spinta rossoblù è sempre più alta, tuttavia il Real Meda riesce a tener botta in ogni modo possibile. Il Genoa Women non vuole rassegnarsi al pareggio nonostante la sorte sembri particolarmente beffarda. Nel momento del bisogno, però, capitan Giada Abate sale in cattedra e trascina le compagne verso una meritata vittoria in rimonta. La numero 5, infatti, sforna un gran tiro-cross da un calcio piazzato da metà campo che, grazie anche al grave errore del portiere avversario, regala clamorosamente il vantaggio alle grifoncine.

L’importante successo casalingo contro il Real Meda ha permesso alle genoane di volare in classifica, conquistando meritatamente il secondo posto a +1 su Pavia Academy, Pinerolo, Azalee Solbiatese e Orobica. Il prossimo match, però, sarà la difficilissima sfida contro le capoliste dell’Arezzo, formazione ormai slanciatissima verso la promozione. Nonostante l’ottimo stato di forma delle avversarie, le guerriere di mister Oneto avranno tutti gli strumenti per disputare un’ottima partita, provando a strappare punti vitali in quello che può essere definito il “match più importante della stagione“.

Senza alcun dubbio, il coraggio, la resilienza e la grande compattezza mostrate da questo gruppo straordinario finora saranno armi in più nelle mani delle rossoblù, ormai vicinissime al coronamento di una stagione da urlo. Nell’attesa di scoprire cosa ci riserverà il match di domenica 8 maggio, non resta che celebrare l’impresa di un Genoa che, nonostante le difficoltà e la prestazione solida del Real Meda, è riuscita ugualmente a conquistare la vittoria.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.