Partnership Master Sole 24 Ore
Home Blog

Melania Gabbiadini, coach Primavera Cittadella Women: “Le ragazze sono pronte in tutti gli aspetti per un campionato ad alti livelli”

Ciao Melania come stai intanto? Come vedi le tue ragazze dopo il periodo un po’ buio della pandemia? Hanno ripreso con entusiasmo?
Non è stato un anno facile quello passato. Quello che è mancato, già dai primi giorni della ripresa della stagione l’hanno portato subito in squadra, l’entusiasmo, prepararsi a giocare una stagione in serenità e la voglia di mettere in campo quello che l’anno scorso purtroppo sì è fermato per gran parte solo negli allenamenti, deve essere uno stimolo in più. Le ragazze sono pronte in tutti gli aspetti per continuare il percorso iniziato e affrontare il campionato ad alti livelli“.

Nella società del Cittadella Women ti dividi tra due squadre: raccontaci come vedi le tue bambine e le tue ragazze.
Le mie bambine sono un bel mix tra qualità e carattere. La priorità per loro resta sempre quella di divertirsi e prepararle nella crescita personale, anche se per loro il risultato, come qualsiasi bambino/a della loro età, è la prima cosa che guardano. Ma l’obiettivo chiaramente resta quello di cercare di indirizzarle nel modo migliore a questo sport, non solo dal punto di vista tecnico e di campo, e vedere i loro miglioramenti e la loro crescita durante la stagione. Le ragazze invece, parlando dal punto di vista tecnico, credo fortemente che questa squadra abbia un livello davvero alto. E’ importante lavorare anche sotto l’aspetto mentale, dove chiaramente essendo giovani e con poca esperienza apprenderanno di partita in partita, ma cercare di mettere nella loro testa situazioni che serviranno nel loro percorso è fondamentale già da ora“.

Come ti sembra  il calcio giovanile femminile? È cambiato molto dai tuoi tempi anche se tu sei giovane vero?
Il calcio giovanile oggi ti da molte più opportunità rispetto “ai miei tempi”. Già dai primi calci abbiamo squadre femminili, società che credono nella crescita del movimento, allenatori qualificati, allenamenti e strutture adeguate, tutti punti importanti. Quando ho iniziato a giocare e avevo nove anni, tutto questo non c’era assolutamente, quindi il mio percorso è stato diverso. Non per questo sbagliato, ma siamo cresciute forse più sotto l’aspetto mentale, perché non “avevamo tutto”. Ora già da piccole le ragazzine hanno quello che giustamente la nostra realtà merita, perché è giusto dargli le condizioni adeguate da subito e come normale che sia tutto si evolve fortunatamente. Certo è che devono essere consapevoli che tutto questo, ha avuto un passato, e che il futuro, preso nella maniera giusta, sarà un gran futuro“.

Parliamo di te: parlaci del gol che ti ricordi con più gioia e dell’allenatore che ti ha fatto più crescere.
Di gol ce ne sono stati tanti, ora dire quello che mi ha dato più gioia è difficile, perché poi si vive il momento stesso, magari un gol ininfluente al risultato poteva darmi più gioia rispetto ad un gol partita, perché le sensazioni di quel preciso istante per diverse ragioni poteva darmi un qualcosa in più. Per quanto riguarda gli allenatori tutti ti danno e lasciano qualcosa, sta poi nel saper cogliere in maniera giusta e propositiva quello che ti trasmettono e farti un bel bagaglio che serve sempre. Io ricordo con molta importanza il mio primo allenatore a Bergamo, forse perché ero giovane e probabilmente ero nell età più “leggera” per capire determinate cose e lui penso mi abbia aperto una strada che mi ha permesso poi di avere tutto quello che è stata la mia vita calcistica“.

Con le tue ragazze prendi spunto dalle tue esperienze?
Assolutamente si: l’esperienza che ho alle spalle mi aiuta tantissimo e credo che a volte possa essere un qualcosa in più anche per le ragazze, spero (ride, ndr)”.

Photo Credit: Cittadella Women

Claudia Palombi, Res Women: “Giocata una buona gara contro un ottimo Trastevere, ora testa al Crotone”

res-women-claudia-palombi

La Res Linkem VIII nel terzo turno di terza serie ha impattato con il Trastevere per 1-1. Pari nel derby tra laziali che porta i due team a quota 7 punti nel girone C di Serie C. A parlare al termine della gara è stata la punta Claudia Palombi, tra le calciatrici più in forma tra le giallorosse.
“La partita con il Trastevere è stata giocata contro una squadra ben messa che ci ha dato del filo da torcere e che ha lottato su ogni palla. Sono una buona squadra, unita che ha creduto sino alla fine nel pareggio. Nel primo tempo abbiamo sprecato tanto rispetto al potenziale creato, che resta un lato sul quale lavorare e migliorare. Nel secondo tempo siamo leggermente calate, ma queste gare vanno vinte perchè poi nel finale spesso può arrivare la beffa. Peccato non aver vinto perchè potevamo tenere la prima piazza del girone. Ora testa al Crotone nella trasferta contro una squadra che ora è in testa al campionato”.

Dove guardare il sorteggio della fase finale di UEFA Women’s EURO 2022: TV e streaming

Scopri come seguire il sorteggio per UEFA Women’s EURO 2022 che si terrà giovedì 28 ottobre alle 18:00 CET.

Il sorteggio sarà trasmesso in diretta o in differita dalle emittenti indicate di seguito. Verifica il palinsesto delle singole emittenti per ulteriori dettagli. Il sorteggio verrà trasmesso in diretta anche su UEFA.com, sull’app delle competizioni per nazionali e su UEFA.tv.

Europa
Austria: ORF
Belgio: VRT
Estonia: ERR
Finlandia: Yle
Ungheria: MTVA
Islanda: RUV
Italia: RAI
Paesi Bassi: NOS
Norvegia: NRK, TV 2 Norway
Polonia: TVP
Repubblica d’Irlanda: RTÉ
Svezia: SVT
Svizzera: SRG
Regno Unito: BBC

Paesi extraeuropei
Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, India, Maldive, Nepal, Pakistan, Sri Lanka: SonySix
Anguilla, Antigua & Barbuda, Bahamas, Barbados, Isole Cayman, Cuba, Dominica, Isole Falkland, Guyana francese, Granada, Guadalupa, Haiti, Giamaica, Martinica, Monterrat, Nevis, Saint Barts, Saint Christopher, Saint Kitts, Saint Lucia, Saint Martin, Saint Pierre & Miquelon, Saint Vincent & Grenadine, Suriname, Tortola, Trinidad & Tobago, Turks & Caicos: ESPN
Aruba, Bonaire, St Maarten: NOS
Australia: Optus
Cina: Super Sports Shankai
Curacao, Guyana, Saba, St Eustatius: NOS, ESPN
Stati Uniti (comprese Samoa americane, Guadalupa, Guam, Isole Marianne, Medina, Porto Rico, Isole Vergini americane): ESPN, TUDN

Tutte le informazioni sono soggette ad accordi raggiunti tra la UEFA e le singole emittenti.

Credit Photo: https://it.uefa.com/womenseuro/

Karima Benameur Taieb, Manchester City: “Siamo tutti ottimi portieri e ci spingiamo a vicenda per essere sempre migliori e questo è un bene per tutti noi”

E’ Uno dei quattro portieri della prima squadra nella squadra di Gareth Taylor , incluso l’adolescente Khiara Keating, Karima Taieb che è apparsa in ogni minuto nelle ultime nove partite nel 2021/22, sostituendo in assenza delle infortunate Karen Bardsley ed Ellie Roebuck. La battaglia, per il punto di partenza tra i pali, è la più competitiva e Karima Benameur Taieb afferma che lei e i suoi compagni di squadra condividono una relazione sana e positiva, spingendosi a vicenda a dare il meglio di sé e sostenendosi a vicenda.

Il portiere francese mette in evidenza quell’equilibrio tra professionalità e cameratismo come uno dei suoi aspetti preferiti della vita cittadina.

In questo Club, quello che amo è che lavoriamo – ognuno lavora e dà il meglio di sé – ma allo stesso tempo l’atmosfera è molto rilassata”, ha dichiarato Karima. “Questa è anche la forza del City. Tutti lavorano duramente come individui, dando il meglio di sé, ma all’interno di un ambiente di lavoro amichevole e buono, che ci dà la spinta per essere migliori. Lavoriamo così bene insieme. Sono qui da due anni e mi piace lavorare con tutti loro. È un vero piacere lavorare ogni giorno con loro. 
Ho lavorato di più con Ellie perché, sfortunatamente, Karen Bardsley è stata infortunata, ma ogni giorno ci motiviamo a vicenda e ci spingiamo a vicenda per fare meglio e rimanere concentrati. È ottimo. È molto competitivo. Sono tutti ottimi portieri ed è una buona combinazione: ci spingiamo a vicenda per essere sempre migliori e questo è un bene per tutti noi.  Significa che quando giochi ti senti a tuo agio e fiducioso, soprattutto perché sai di avere il supporto dei tuoi compagni di squadra. Mi spingono a migliorare ogni giorno, a lavorare di più. Dobbiamo essere sempre al 100% e in termini di strutture, il City fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno per lavorare. Sto beneficiando di tutto questo. È così importante per i portieri”.

Figura esperta come ultima linea di difesa, Taieb è anche orgogliosa di assistere allo sviluppo delle giovani portiere, mentre cercano di raggiungere il loro pieno potenziale.

Roebuck, che ha compiuto 22 anni il mese scorso, ha vinto il Golden Glove 2019/20 e ha ottenuto una nomination nella prestigiosa rosa dei sei candidati per il premio Best FIFA Women’s Goalkeeper, mentre la diciassettenne Keating sta acquisendo una preziosa esperienza in prestito all’FC Fylde , così come nella squadra della giornata di Taylor come portiere di riserva.

Avendo assistito alla rapida crescita dei suoi compagni stoppatori nelle ultime due stagioni, Taieb ha dato la mancia a Roebuck per grandi cose ed è lieta di vedere Keating prosperare dall’esposizione della prima squadra che si sta godendo in così giovane età.

Ellie è un ottimo portiere, uno dei migliori al mondo”, ha affermato. “E’ molto giovane e può ancora migliorare molto. Può vincere molti Guanti d’Oro e premi nella sua carriera. Sono così felice di lavorare con lei. Mi sforzo di essere migliore e di imparare, e impariamo ogni giorno. E’ bello stare con lei ed è bello vedere i giovani portieri fare bene.

Khiara è arrivata l’anno scorso e puoi vedere che è migliorata molto. Sono così felice perché è così bello vederla raggiungere quei livelli in allenamento. Se lo merita ed è molto bella, da vedere, in azione di gioco.”

Evelyn Vicchiarello e Martina Ceccarelli, Arezzo Calcio Femminile: “Contente per la vittoria. Ora testa per la prossima gara”

“A parte il goal per cui sono contenta l’importante era portare a casa i tre punti e smuovere un po’ la classifica. Alla prima giornata siamo partite con un passo falso e quindi ci serviva una reazione che c’è stata”. Parla così la festeggiata Evelyn Vicchiarello dopo la vittoria contro la Pistoiese. La centrocampista ex Fiorentina e Florentia ha siglato un goal nel giorno del proprio compleanno.

Lascia poi subito spazio ad un’altra mattatrice del match: Martina Ceccarelli, a segno per ben due volte nella gara di domenica: “sono molto contenta per la vittoria ma sarebbe potuto essere un risultato più concreto anche nei primi quarantacinque minuti. Dobbiamo, e devo, imparare ad essere più ciniche sotto porta e stiamo lavorando per questo. Domenica vedremo di che pasta siamo fatte contro il Pavia. Siamo tranquille e lavoreremo in settimana come abbiamo sempre fatto per andare affrontarle a testa alta”, conclude la numero dieci amaranto.

Giada Greggi, Nazionale: “La maglia azzurra rappresenta tutto. Obbiettivi? Essere convocata per l’Europeo, con il club vincere la Coppa Italia e arrivare in Champions”

Spazio dedicato ai nuovi talenti della Nazionale: Giada Greggi, centrocampista della Roma e della nazionale italiana, si racconta tramite il profilo ufficiale twitter Nazionale Femminile di Calcio. Queste le sue parole:

Gli inizi del calcio.    
“Ho iniziato con la danza classica per tre anni, poi sono passata al calcio grazie a mio fratello che mi ha fatto conoscere questo bellissimo mondo. Ho seguito tutte le sue partite, anche quelle in tv, e ho iniziato il mio primo anno con il Testaccio, per poi passare con il Bettini, al Centro Calcio Rossonero e infine a 14 anni sono arriva all’AS Roma dove ho esordito con Mister Fabio Melillo contro la Fiorentina”.

Le giovanili azzurre.
                                                                                                                                                                                      “Rappresentano tanto: esperienza, conosci e ti confronti con altre persone al di fuori della tua città. Bello confrontarsi anche con altre persone, mettersi in competizione. Sono esperienze bellissime”. 

La prima convocazione.
                                                                                                                                                                                                    “Ricordo che stavo a casa con mia madre e mio padre, mi arriva questo messaggio e mi chiedo cosa fosse e leggo che ero stata convocata. Dopo me ne sono arrivati altri di complimenti. Io mi sono subito emozionata, non vedevo l’ora, anche perché seguo tanto la nazionale, ed è stato bellissimo”.

La maglia azzurra.
                                                                                                                                                                                                              “Rappresenta tutto; puoi pensare qualsiasi cosa, ma finché non stai in campo non puoi dire niente. Sono troppe emozioni messe insieme”.

Gli obiettivi futuri.
                                                                                                                                                                                                            “Innanzitutto cercare essere convocata per l’Europeo, dare il 100%. Con il club vincere la Coppa Italia e arrivare in Champions”.

Credit Photo: Domenico Cippitelli

Zero a zero tra Pontedera e Lucchese, coach Renzo Ulivieri: “Peccato per il risultato, partita combattuta fino alla fine”

Finisce con un pari in bianco la sfida tra Pontedera e Lucchese, con le granata che, al termine della terza giornata del Girone A di Serie C, sono settime con cinque punti.

L’allenatore delle pontederine Renzo Ulivieri ha commentato la partita: ”Peccato per il risultato, è stata una bella partita combattuta fino alla fine. Entrambe le squadre hanno saputo essere pericolose per tutta la gara. Sono contento della prestazione, le ragazze erano concentrate e si sono impegnate molto. Sono state numerose le occasioni da goal che potevano concretizzarsi. Buona la prestazione di Bulleri che nel secondo tempo ha reso la porta inviolabile. Bene anche Tramonti. Nonostante la lunga assenza dal campo, è riuscita a tenere il gioco per i 90 minuti, tentando anche un bel tiro nel primo tempo. Siamo sulla strada giusta dobbiamo continuare così”.

Photo Credit: US Città di Pontedera CF

Social Football Summit 2021, un premio anche per la Divisione Calcio Femminile

Tra i protagonisti della nuova edizione del Social Football Summit ci sarà anche la Divisione Calcio Femminile, che in occasione dell’unico evento italiano dedicato alle eccellenze della Football Industry verrà premiata per il lavoro che in questi anni ha determinato e favorito la costante crescita del movimento e la diffusione dei suoi sani valori.

Il Social Football Summit 2021 Hybrid Edition (#SFS21) nel suo percorso di valorizzazione della digital trasformation renderà omaggio alle realtà che si sono contraddistinte e sono diventate un riferimento per capacità, innovazione e rapporto con i propri tifosi. Per questo motivo Social Media Soccer, organizzatore dell’evento, ha ideato i Football Summit Awards che verranno consegnati durante la serata di premiazione che si svolgerà lunedì 15 novembre allo stadio Olimpico di Roma.

Tra i nove riconoscimenti ci sarà anche lo ‘special award AXPO’ per la Divisione Calcio Femminile, che tramite i campionati e le competizioni che organizza, a cui si aggiungono le iniziative di promozione suo territorio e quelle di Responsabilità Sociale, sta accompagnando con una nuova brand identity il percorso calcistico – e non solo – di migliaia di atlete.

Credit Photo: FIGC – Federazione Italiana Giuoco Calcio

Terza giornata, i risultati del weekend

Sono cinque le formazioni a punteggio pieno dopo tre giornate di campionato: Pavia Academy e Pinerolo nel Girone A, Brixen Obi e Riccione nel Girone B, Apulia Trani, Chieti e Crotone nel Girone C.

Primo punto per la Lucchese nel match senza reti a Pontedera, stesso risultato ottenuto dal Fiamma Monza a Genova. La Ternana si aggiudica il secondo derby stagionale contro il Perugia dopo il 4-0 all’esordio in Coppa Italia.

Il Bologna crolla a Venezia sotto i colpi di una scatenata Dalla Santa autrice di un poker personale, mentre l’altra formazione della laguna cade di misura a Bressanone. Pesante vittoria esterna della matricola Mittici a Civitanova in ottica salvezza, Vis e Isera ferme ancora a zero punti.

Prova di forza del Chieti che espugna Aprilia con una doppietta di Stivaletta e il terzo centro di Di Camillo, all’Apulia Trani il derby col Lecce nel segno di Laura Rus (tripletta) momentaneamente capocannoniere del torneo con otto reti. La spagnola Alegria Ros lancia il Crotone nel derby calabrese, Res Women e Trastevere si dividono la posta in palio.

Serie C – Risultati 3ª giornata  

Girone A: Arezzo-Pistoiese 4-1, Genoa-Fiamma Monza 0-0, Orobica Bergamo-Independiente Ivrea 4-0, Pavia Academy-Spezia 3-0, Pinerolo-Caprera 4-1, Città di Pontedera-Lucchese 0-0, Real Meda-Azalee Solbiatese 0-3, Ternana-Perugia 3-1

Girone B: Atletico Oristano-SPAL 2-2, Brixen Obi-Venezia Fc 1-0, Riccione-Padova 3-1, Portogruaro-Isera 4-0, Trento-Triestina 4-0, Venezia VFC-Bologna 4-1, Vicenza-Jesina 3-0, Vis Civitanova-Mittici 0-1

Girone C: Aprilia Racing-Chieti 0-3, Apulia Trani-Lecce 3-1, E.Coscarello Castrolibero-Crotone 0-1, Fesca Bari-Vis Mediterranea 2-1, Grifone Gialloverde-Match Point Matera 1-2, Independent-Catania 2-0, Res Women-Trastevere 1-1, Rever Roma-Roma XIV Decimoquarto 2-3

Prossimo appuntamento il 31 ottobre alle ore 14.30, questo il programma della quarta giornata:

Girone A: Pavia Academy-Arezzo, Azalee Solbiatese-Pinerolo, Caprera-Ternana, Fiamma Monza-Independiente Ivrea, Lucchese-Genoa, Perugia-Orobica Bergamo, Pistoiese-Citta di Pontedera, Spezia-Real Meda

Girone B: SPAL-Vicenza, Bologna-Atletico Oristano, Padova-Trento, Isera-Riccione, Jesina-Vis Civitanova, Mittici-Brixen Obi, Triestina -Venezia FC, VFC Venezia-Portogruaro

Girone C: Chieti-Apulia Trani, Catania-E.Coscarello Castrolibero, Crotone-Res Women, Match Point Matera-Rever Roma, Roma Xiv Decimoquarto-Aprilia Racing, Trastevere-Fesca Bari, Vis Mediterranea-Grifone Gialloverde, Lecce Women-Independent

Credit Photo: Facebook Vicenza femminile

Trento: poker alla Triestina, le ragazze di Spagnolli salgono a quota 7 punti

Dopo il successo all’esordio contro i Mittici, superati per 4 a 1, il Trento vince ancora superando per 4 a 0 la Triestina. Nella terza giornata del girone B di Serie C le ragazze di mister Spagnolli salgono a 7 punti grazie ad una prova più che convincente.
Al 5’ il risultato si sblocca con una punizione magistrale di Tononi che porta avanti le padroni di casa, mentre il raddoppio giunge nel finale di frazione, al 42′, con Poli in rete con un tocco di pregevole fattura.
Nella ripresa al 9′ il tris con Tonelli che insacca di piatto mentre nelle battute conclusive il poker di Rosa fissa il parziale sul 4-0.

TRENTO – TRIESTINA 4-0 (2-0)
TRENTO: Valzolgher, Lucin (40’st Giovannini), Ruaben, L. Tonelli, Bertamini, Chemotti (28’st Antolini), Tononi (19’st Gastaldello), Fuganti, A. Tonelli (44’st Settecasi), Poli (10’st Erlicher), Rosa. A disposizione: Callegari, Torresani, Lenzi, Varrone. Allenatore: Spagnolli.
TRIESTINA: Bonassi, Usenich, Gaspardis (1’st Blarzino), Virgili, Alberti (38’st Giovannini), Zanetti, Tortolo, Tic (17’st Nemaz), Flaiban (10’st Paoletti), Del Stabile, Benoist (1’st Sandrin). A disposizione: Storchi,  Ferfoglia, Zuliani, Lago. Allenatore: Buccino.
ARBITRO: Rodighiero di Vicenza (Luongo – Yassam).
RETI: 6’pt Tononi (TN), 42’pt Poli (TN), 9’st A. Tonelli (TN), 43’st Rosa (TN).
Ammonita Gastaldello (TN).

DA NON PERDERE...

tuttocampo.it