Partnership Master Sole 24 Ore
Home Blog

Elin Landström è una nuova giocatrice dell’Inter

FC Internazionale Milano comunica l’arrivo in nerazzurro di Elin Landström. Il difensore svedese, classe 1992, ha firmato con il Club un contratto fino al 30 giugno 2022. #WelcomeElin

BIOGRAFIA

Elin Landström nata a Umeå (Svezia) il 2 giugno 1992. È un difensore, di ruolo terzino, di grande esperienza.

Elin muove i primi passi nel mondo del calcio all’età di sei anni quando si iscrive al Vännäs AIK, dove rimane per tutte le categorie giovanili. Nel 2010 firma per l’Umeå IK, con cui gioca fino alla stagione 2014/15. L’anno successivo passa al Göteborg FC, mentre dal 2018 veste la maglia del Linköpings FC, con cui gioca per tre stagioni. Landström vanta oltre 300 presenze nella massima serie svedese. A luglio 2021 firma per FC Internazionale Milano.

Landström ha vestito per la prima volta la maglia della nazionale svedese nel 2010, anno in cui ha ricevuto la prima convocazione in U19.

Credit Photo: FC Internazionale Milano SpA

Il San Lorenzo è campione d’Argentina: storico successo ai danni del Boca

Dopo la vittoria della scorsa stagione il Boca Juniors sfiora solamente il doblete e vede alzare il trofeo d’Apertura alle rivali del San Lorenzo. Si tratta del terzo titolo all time per le ragazze del Ciclòn che coronano una stagione disputata splendidamente. Dopo il pareggio dei tempi regolamentari, è la lotteria dei rigori a decretare il successo de Las Sanctitas in un match per cuori forti. 

Un percorso tutt’altro che facile quello della truppa di Basualdo; il tecnico ha saputo sfruttare nel migliore dei modi tutte le caratteristiche delle proprie interpreti seppur provenendo da scenari differenti. Il passaggio dei gironi ha messo sul cammino del San Lorenzo prima il Rosario Central, sbolognato con un secco 2-0, poi l’UAI Urquiza battuto grazie ad una vittoria di misura. Arrivate in finale contro le Xenezeis, i favori del pronostico pendevano tutti dalla parte delle gialloblù. Anche se il più recente precedente, ovvero quello ai gironi di pochi mesi prima, aveva lasciato il beneficio del dubbio con un pareggio.  

Stesso risultato dei 90 minuti di gioco. Il primo tempo è stato un assoluto dominio del Boca Juniors. Il vantaggio sul piano del gioco si è poi capitalizzato con la rete di Carolina Troncoso su assist di Eliana Stabile. Cambia la sinfonia nella seconda frazione di gioco con il San Lorenzo che cresce, ma che non riesce a concretizzare. Il goal arriverà solamente allo scadere dei secondi 45 minuti grazie alla solita Sindy Ramirez, bandiera e spirito guida del club. Dopo sei infernali minuti di recupero, si saltano i supplementari e si passa direttamente ai tiri dal dischetto. Decisivi gli errori dagli 11 metri di VallejosHuber Rodriguez. 

Le rossoblù riportano dunque a casa un titolo che mancava dal 2015. Con la vittoria, arriva la conseguente qualificazione alla prossima Copa Libertadores che avrà inizio il 30 settembre in Cile. Non solo trofei internazionali per il San Lorenzo che dovrà vedersela con la vincitrice del Torneo di Clausura per definire l’assoluta squadra vincitrice. 

Secondo innesto svedese per l’Hellas Verona Women: benvenuta Sara Nilsson

Hellas Verona Women rende noto di aver sottoscritto un contratto di prestazione sportiva per la stagione 2021/22 con la giocatrice svedese Sara Nilsson.

Centrocampista offensiva, classe 1995, nata e cresciuta – anche calcisticamente – in Svezia, ha vestito le maglie di Derome, Valinge, Jitex e Kungsbacka, società – quest’ultima – con cui ha conquistato il campionato di seconda divisione svedese nel 2018.

Trasferitasi al Florentia San Gimignano nel 2020, Sara Nilsson ha giocato nella passata stagione in Serie A totalizzando 14 presenze e 2 reti.

La giocatrice indosserà la maglia numero 11.

Hellas Verona Women accoglie con un caloroso benvenuto Sara Nilsson augurandole una stagione ricca di soddisfazioni – personali e di squadra – in maglia gialloblù.

Credit Photo: Hellas Verona Women

Nasce a Cuneo la Freedom FC Women, giocherà in Eccellenza

Una nuova realtà di calcio femminile sbarca a Cuneo: è nata ufficialmente la Freedom FC Women. Si conosce ancora molto poco l’organigramma del nuovo sodalizio in rosa ma il Presidente dovrebbe essere Danilo Merlo e il Direttore Sportivo lo occuperebbe Luca Vargiu, già collaboratore del Cuneo Calcio Femminile ai tempi della Serie A. La Freedom FC Women parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza Piemonte, m l’obiettivo sarà quello di approdare il più presto possibile ai campionati nazionali. Nei prossimi giorni verranno svelate anche le nuove giocatrici.

Photo Credit: Freedom FC Women

San Marino Academy inarrestabile sul mercato: presa anche la centrocampista Giorgia Bertolotti

Giorgia Bertolotti è il colpo numero sei del mercato estivo della Prima Squadra femminile. Centrocampista classe 1997, nata a Brescia e cresciuta calcisticamente nell’omonima squadra lombarda, ha disputato le ultime quattro stagioni a Verona, sponda Fortitudo Mozzecane e poi Chievo. Un anno e mezzo fa l’unico incrocio con la San Marino Academy: era il dicembre 2019, si giocava la 8° giornata di Serie B e le Titane riuscirono a vincere una gara difficilissima al 5’ minuto di recupero grazie al rigore di Raffaela Barbieri. Fu un altro passo significativo verso un epilogo di stagione amaramente anticipato ma che portò in dote alla squadra biancoazzurra un traguardo portata storica.

Forse anche ricordando quella partita, oggi Giorgia ha accettato la corte della San Marino Academy. E non nasconde l’entusiasmo per questa scelta. “Ricevere questa chiamata mi ha emozionato e riempito di soddisfazione. – confessa la nuova arrivataSo che troverò un ambiente professionale ed estremamente organizzato, ed è anche questo, se non soprattutto questo, ad avermi spinto verso la San Marino Aacdemy. Arrivo da squadre che si allenano solo alla sera, mentre qua il piano degli allenamenti è differente: si va in campo al pomeriggio e si lavora anche la mattina, in palestra. C’è un’altra organizzazione del tempo e del lavoro, e per me questo cambiamento rappresenta un grande stimolo.”

Alle ragazze resta un’altra settimana abbondante di vacanza. Poi si inizierà a fare sul serio. Sono molto caricaassicura Bertolotti – Ora mi godrò un’ultima settimana di mare e poi mi dedicherò in pieno al lavoro. Anzi, a dir la verità continuerò ad allenarmi anche in ferie, in modo da arrivare pienamente preparata al primo appuntamento con la squadra. Ho una gran voglia di iniziare. Ho seguito le imprese della San Marino Academy con grande interesse; due stagioni fa ci siamo affrontate e ne ho avuto un’ottima impressione. E poi, aver scalato le categorie dalla C alla A in soli due anni la dice lunga sulle capacità di questo gruppo e di questa società.”

Mister Recenti potrà contare su una giocatrice che garantirà qualità in mezzo al campo. Le mie caratteristiche principali sono la tecnica e la visione di gioco spiega lei stessa – Mi piace andare al tiro e anche inserirmi. Sono certamente più una palleggiatrice che un’incontrista.”

Benvenuta, Giorgia!

Credit Photo: ©SMAcademy

Megan Rapinoe dopo la sconfitta contro la Svezia: “Do or Die”

L’esordio alle Olimpiadi di Tokyo per la Nazionale Femminile degli Stati Uniti non è stato positivo. La Svezia è riuscita a battere le campionesse del mondo con un 3-0.

Megan Rapinoe ha affermato che la squadra deve entrare nella modalità “do or die” (fallo o muori) per affrontare ora una battaglia in salita per passare la qualifica della fase a gironi.

Perdi punti all’inizio di un torneo e ora sei in una sorta di modalità “do or die”. Quindi devi fare punti, altrimenti significa che stai andando a casa velocemente, e non vuoi farlo”.

La Svezia è stata una spina nel fianco negli Stati Uniti’ squadra per anni, incluso un pareggio amichevole ad aprile che ha segnato l’unica mancata vittoria delle americane nel 2021 prima delle Olimpiadi. Ora la squadra USA potrebbero aver bisogno di entrambe vittorie in ciascuna delle ultime due partite di gioco solo per raggiungere la fase a eliminazione diretta. Anche le prime due terze classificate dei tre gironi avanzeranno ai quarti di finale.

L’Australia ha segnato una vittoria per 2-1 sulla Nuova Zelanda nell’altra partita del Gruppo G mercoledì. Gli Stati Uniti affronteranno sabato alle ore 13.30 la Nuova Zelanda prima di concludere la partita del girone martedì contro l’Australia.

Credit Photo: Berengui/ DeFodi

Doppia amichevole con l’Austria: il 19 settembre a Gradisca d’Isonzo, il 21 a Gorizia

Riprenderà a settembre, con una doppia amichevole contro l’Austria, l’attività della Nazionale Femminile Under 19. Teatro di queste due sfide saranno le città di Gradisca d’Isonzo e di Gorizia, la prima allo stadio “Gino Colaussi” il 19 settembre (ore 16.00) e la seconda allo stadio “Enzo Bearzot” il 21 (ore 10.30).

Le Azzurrine di Enrico Sbardella, che hanno chiuso la stagione con una serie di stage di preparazione, torneranno in campo a diciotto mesi di distanza dall’ultima partita giocata il 9 marzo 2020 contro la Svizzera al Torneo La Manga.

Sono quattro i precedenti tra Italia e Austria: tre pareggi e una vittoria delle Azzurrine 3-0 in una gara della prima fase del Campionato Europeo di categoria disputata il 26 ottobre del 2012.

Credit Photo: FIGC – Federazione Italiana Giuoco Calcio

Sant’Egido Femminile: il club cede il suo titolo sportivo alla Vis Mediterranea Soccer

Nelle ultime ore il Sant’Egidio femminile ha reso noto di fare un piccolo passo indietro. La società gialloblù capeggiata da Alba Albanese, dopo gli ultimi campionati di Serie C alla guida di  Valentina De Risi, modificherà il percorso rispetto a quello degli ultimi anni. La formazione capitanata da Giulia Olivieri, infatti, ha ceduto, infatti, il titolo sportivo alla Vis Mediterranea Soccer, ma continuerà  la sua attività nel calcio in rosa con il settore giovanile. Il percorso dei due club dovrebbe comunque camminare di pari passo, potendosi definire quindi più una fusione che una cessione del titolo sportivo. Questo il comunicato del team gialloblù.

Sant’Egidio Femminile: importanti novità in casa gialloblù
La Asd Sant’Egidio Femminile comunica di aver provveduto all’iscrizione al campionato di Serie C per la stagione 2021/22. Contemporaneamente, la società ha effettuato la scissione del ramo d’azienda delle attività della prima squadra che è stato conferito alla società Vis Montorese 1978 che ha già richiesto il cambio di denominazione in Vis Mediterranea Soccer.

I ringraziamenti della società
Il Presidente, Alba Albanese, ringrazia tutti coloro che in questi anni hanno contribuito ai successi della prima squadra: le calciatrici, lo staff societario e tecnico. Il grazie più grande va a mister Valentina De Risi e mister Giulia Olivieri vere artefici di questa grande ed emozionante avventura. Grazie alle amministrazioni comunali, alla Pro Loco, agli sponsor e a tutti i nostri tifosi che sono stati la nostra famiglia e il nostro sostegno. Il Sant’Egidio Femminile continuerà la sua decennale esperienza di calcio in rosa con il settore giovanile e la scuola calcio che resteranno al comunale “Antonio Spirito” di Sant’Egidio del Monte Albino.

L’annuncio della S.S, Mediterranea Soccer
La società comunica di aver rilevato il titolo sportivo dell’ASD Sant’Egidio, squadra militante nella Serie C femminile, con cui la S.S. Mediterranea Soccer approderà nel mondo del calcio femminile. L’ASD Sant’Egidio femminile è nata nel 2010 e grazie alla dedizione delle 2 fondatrici la squadra, nell’arco di poche stagioni, ha raggiunto diversi traguardi, passando dal Campionato Giovanissime Regionali della Campania alla Serie C Nazionale, ottenendo risultati importanti anche nella Coppa Disciplina, di cui la società va fiera! La filosofia di calcio delle 2 fondatrici è risultata analoga a quella adottata dalla nostra Società; la crescita sportiva ma soprattutto umana delle calciatrici. Grazie a questo il nostro presidente Stefano Bisogno ha trovato la squadra con cui debuttare nel calcio femminile.

Linda Sembrant, Juventus: “Lavoro duro per tornare presto”

Linda Sembrant si mette in mostra con la nuova seconda maglia della Juventus Women nel giorno della sua prima uscita al pubblico. La giocatrice svedese, che sta recuperando da un infortunio che l’aveva costretta ad operarsi alla fine di maggio, ha pubblicato un messaggio ed una foto su Twitter riguardo il suo percorso di riabilitazione.
«Lavorando duro per tornare presto. La nuova seconda maglia è qui».
“Working hard to get back soon. The new away kit is here

Credit Photo: Andrea Amato

Tris d’assi per l’Everton: firmano Anvegard, Bjorn e Maier

Occorre fare il salto di qualità per l’Everton dopo la buona stagione dello scorso anno. Il quinto posto è un buon posizionamento, ma serve qualcosa di più per affermarsi stabilmente tra le big della FWSL. È il momento di premere sull’acceleratore e la governance l’ha capito: dopo gli arrivi di Kenza Dali Toni Duggan, le Toffees capitalizzano altri tre colpi.  

La prima ufficializzata è stata Anna Anvegard, attaccante proveniente dal Rosengard. La svedese arriva a parametro zero dopo la scadenza del suo ultimo contratto ed ha firmato un biennale valevole fino al 2023. Nel panorama europeo è considerata come uno dei migliori talenti offensivi; per due anni ha vinto il titolo di miglior marcatrici della OBOS Damallsvenskan ed è un punto fermo della nazionale svedese. Proprio per questo non potrà unirsi subito alle compagne in quanto è volata in Giappone per partecipare alle Olimpiadi. “È davvero incredibile”, ha detto al momento della firma. “Non vedo l’ora di giocare nel miglior campionato del mondo e di giocare per un club enorme come l’Everton. Sarà davvero incredibile.” 

L’Everton fa spesa al Rosengard ed arriva anche Nathalie Bjorn dalla squadra scandinava. Non solo compagna di club con la Anvegard in quanto anche la centrale rappresenta una colonna importante della selezione svedese presente alle Olimpiadi. Per lei il contratto messo a disposizione è stato addirittura un triennale a dimostrazione della fiducia della dirigenza in questa giocatrice. Dopo un’intera carriera in patria, questa è per lei la sua prima esperienza fuori dalla Svezia ed è l’occasione giusta per dimostrare il proprio potenziale. “È fantastico essere un giocatore dell’Everton”, ha detto il nazionale svedese a evertontv“È stato un processo lungo, ma sono così felice di unirmi a questo club. Sento che il Club sta costruendo qualcosa qui ed è fantastico far parte di quel viaggio. È stato un mio sogno suonare in altri paesi e provare a vedere quanto posso essere bravo”. 

Le Toffees chiudono il trittico di colpi con l’arrivo di Leonie Maier, altro rinforzo per la difesa. Il terzino destro arriva dopo l’ultima esperienza con l’Arsenal portando a termine il suo contratto. Ora la tedesca ha firmato un contratto che la lega con la nuova squadra fino al 2023. La sua carriera parla per lei: è stata per anni una colonna portante sia deBayern Monaco, con il quale ha vinto due campionati, che della nazionale tedesca con gli Europei e le Olimpiadi vinte a mettere la ciliegina su una torta colma di trofei. A 28 anni non si è lasciata sfuggire la possibilità di essere una vera stella nell’ambizioso Everton di Kirk. Concludiamo con le sue parole ai microfoni societari: “Sono davvero felice di unirmi a questo club. L’Everton è un grande club con molta storia.  Era tempo di sperimentare qualcosa di nuovo. Sono rimasta molto colpita dall’Everton”. 

DA NON PERDERE...

tuttocampo.it