A San Marino è arrivata una vittoria per 3-2 a due minuti dal 90’ e con più sofferenza del previsto.

Al termine della partita, Betty Bavagnoli ha commentato così la prestazione della squadra.

“Abbiamo giocato meno bene rispetto alla partita contro l’Inter e abbiamo sofferto perché abbiamo sbagliato tanto in termini di appoggio, di rifinitura. Abbiamo creato anche più di quello che è stato il risultato finale però sbagliamo in fase di finalizzazione e anche nello sviluppo di gioco”.

Per la Roma si tratta del primo successo stagionale lontano dal Tre Frontane.

“Sono contenta del risultato ma dobbiamo cambiare mentalità. Tra il primo e il secondo tempo non ero contenta dell’atteggiamento e ho chiesto alle ragazze di dare tutto, perché a volte ho la sensazione che diamo per scontato di portare a casa le partite solo perché abbiamo più possesso palla, ma non è così. Se non siamo determinate su ogni pallone, queste sono le partite”.

Nel corso della partita, la coach giallorossa ha sfruttato quattro dei cinque cambi  dsposizione.

“Non vedevo la squadra che volevo, avevamo preparato la partita in maniera diversa. Sapevamo che il San Marino avrebbe giocato di ripartenza e avevamo preparato la partita cercando di far salire i nostri terzini e occupando l’ampiezza, cercando di stringere le attaccanti, ma ci doveva essere ordine da parte delle nostre centrocampiste e soprattutto doveva esserci più attenzione sulla loro centravanti, invece spesso l’abbiamo lasciata libera giocare. Quindi poi ho provato a mettere un attaccante in più e a cambiare modulo. Ho abbassato Giugliano e le ho provate tutte per cercare di portare a casa il risultato e alla fine ci è andata bene”.

Credit Photo: Domenico Cippitelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here